Non esiste una trama, non esistono parole né personaggi cui farle pronunciare. Sul palco solo formidabili ballerini-percussionisti-attori-acrobati che danno voce ai più ‘volgari’, banali e comuni oggetti della vita quotidiana: bidoni della spazzatura, pneumatici, lavandini, scope, spazzoloni, riciclandoli ad uso della scelta, in un ‘delirio’ artistico di ironia travolgente.

E’ lo spettacolo conosciuto come ‘STOMP’, che dal 9 al 13 novembre prossimi festeggia i suoi vent’anni di vita come primo evento internazionale della stagione 2011-12 del Teatro Duse di Bologna in esclusiva regionale dell’Emilia Romagna. L’iniziativa è stata fortemente voluta sulla scorta dell’enorme successo ottenuto con la tourné italiana nel 2009. Un successo inevitabile, vista la matrice rivoluzionaria della rappresentazione: una mescolanza del tutto originale di percussioni senza precedenti, di movimento e teatro visuale, nata in Inghilterra, a Brighton. Sonorità tipiche del mondo in cui viviamo, riprodotte in una musica intensa e ritmata di rumori, risonanze della civiltà cittadina contemporanea. Con attriti, colpi di ogni tipo su batterie del tutto improvvisate.

Una produzione pluripremiata che continua a richiamare pubblico in tutto il mondo. Qualcuno ha definito questo tipo di teatro un “circo, rito tribale, cultura ‘pop’ del rumore (…) che richiama un po’ il flamenco, un po’ la precisione del gioco ‘percussivo’ del tip-tap (…) umorismo del cinema muto dato in prestito alla Pop Art”.

Il periodico The Irish Times, a proposito di ‘STOPM’ ha scritto che non esiste “una riga di dialogo da ascoltare, ma lo schioccare delle dita e il battere delle mani, il suono degli accendini e il rumoroso frusciare di sacchetti di carta sono eloquenti oltre ogni credere. I suoni, mantenuti, modulati, orchestrati magnificamente, sono una magica fantasmagoria auricolare che colpisce meravigliosamente le orecchie. (…) Tutto lo spettacolo è basato sul ritmo, vero battito della vita stessa, ed è unico (…)”. Provare per credere.

Prezzi da € 36,50 in platea; 29,50 in prima galleria; 25,00 in seconda galleria (sono previste riduzioni per associazioni convenzionate con il Teatro Duse, scuole e under 26). Prevendite biglietti presso la rivendita del Teatro Duse in Via Cartoleria 42 a Bologna (apertura dal lunedì al sabato ore 15-19), presso il Circuito ‘VIVATICKET-CHARTA’, i punti d’ascolto delle ‘IperCoop’ e il circuito ‘HELLO TICKET’, oltre alle prevendite abituali di Bologna e con carta di credito su www.teatrodusebologna.it

© Rivoluzione Liberale

CONDIVIDI