“Mi chiamavano Onorevolino – Profilo di un liberale siciliano”. Questo il titolo del libro scritto da Stefano de Luca, avvocato, liberale sin dall’adolescenza, eletto alla Camera dei Deputati nelle liste del PLI nel 1983 e riconfermato nel 1987 e nel 1992, sempre con ampio suffragio, che nel 1997 ha promosso la ricostituzione del Partito Liberale di cui è stato eletto Segretario nazionale.

Quello di de Luca è un libro autobiografico che attraversa un periodo storico denso di cambiamenti ed è la testimonianza di un militante politico che ha combattuto il conformismo dilagante.
L’evento – che segue le numerose presentazioni già avvenute in varie città italiane – è organizzato sabato 7 maggio dal Comune della Città di Andria (BAT) presso il Chiostro di San Francesco alle ore 19.
Alla presentazione del libro interverrà il Sindaco della Città Nicola Giorgino e seguiranno contributi e testimonianze. All’evento presenzierà Renata Jannuzzi che, oltre ad essere Consigliere Nazionale del PLI, appartiene ad una delle famiglie andriesi che più hanno contribuito allo sviluppo economico, sociale e politico di questa città pugliese nota non solo per il suo Castel del Monte.

Sito del Comune della Città di Andria: http://www.comune.andria.bt.it/leggi.asp?id=10224

CONDIVIDI