“Ormai l’attenzione di tutta la stampa è concentrata sull’isola del Giglio. Va bene, è stato un avvenimento drammatico e una volta finita l’emozione e lo sgomento, ora si punta all’emozione da morto, da cadavere ripescato. Come quando succedono gli incidenti nei Gran Prix. La gente vuole vedere i leoni che mangiano i cristiani.

In tutta questa storia trovo drammatica la gogna mediatica a cui è stato sottoposto il capitano Schettino e parte dell’equipaggio. Premetto che io non lo voglio difendere, anzi: m’interrogo, insieme a molti, come mai una compagnia così importante affidi la vita di più di quattromila persone ad un inetto? Quale può essere il curriculum di un personaggio simile? Quello di grande sciupafemmine? Con quel fisico da macchietta di Verdone può sciupare solo qualche sensibile ultracinquantenne in delirio da menopausa, credo io. Se verrà confermata la sua posizione, mi ri-chiedo, come hanno potuto far diventare comandante uno così che al massimo poteva fare il vice-aiuto-mezzo-marinaio?

Ecco, chiarito questo, trovo agghiacciante per principio che sui social network e sui giornali, per non parlare di youtube e radio, sia stato fatto a pezzi. La famosa telefonata che ha fatto diventare un eroe il comandante De Falco della Capitaneria di porto di Livorno, è stata postata centinaia e centinaia di volte, addirittura musicata tipo rap. Mi ripeto, io lo trovo aberrante.

Non entro in merito alla persona (lo sciupafemmine) e ai fatti di cui è accusato, ci penserà la Magistratura, ma vi sembra umano questo comportamento della folla? Siamo tornati ai tempi del Colosseo. Per non parlare dei commenti di gente che non è certo limpida come acqua di fonte. È mai possibile che ormai è tutto alla portata di tutti? Muore annegato: lo filmano con il telefonino. Ecco gli ultimi attimi del povero crocerista. Magari invece di filmarlo potevano aiutarlo, o no? Mi sento a disagio in questa persecuzione di massa e mi sento a disagio nel constatare ancora una volta l’inclinazione guardonesca di certi talk show televisivi. Ho sentito io un idiota capellone accanto a una diversamente intelligente chiedere con il microfono semicongelato a un tipo su uno scoglio: ‘…hanno trovato altri morti? Ce lo puoi dire prima che passiamo la linea alla pubblicità?’.

Prepariamo corda e sapone signori, siamo nell’Ok Corral!”

© Rivoluzione Liberale

CONDIVIDI

2 COMMENTI

  1. Bellissimo pezzo Elvira, come sempre.

    Siamo entrati in una fase talmente voyeristica che ormai lo spettatore non cerca più l'”happy ending” ma vuole solo qualcosa per un metadonico e lisergico “happy handing”.
    Un saluto.

    • grazie Enzo. per fortuna noi siamo gente comune perbene e umile.Ma con guizzi da marchese del Grillo. Un saluto anche a te.

Comments are closed.