CINEMA

Millennium. Uomini che odiano le donne: un film di David Fincher. Con Daniel Craig, Rooney Mara, Christopher Plummer, Stellan Skarsgård, Steven Berkoff. Drammatico, Usa 2011. Trama: il giornalista di successo Mikael Blomkvist (Daniel Craig), aiutato della giovane e ribelle hacker Lisbeth Salander (Rooney Mara,) accetta un incarico dal ricco industriale H. Vanger, indagare sulla scomparsa della nipote Harriet, avvenuta quarant’anni prima. Da allora, ogni anno un misterioso dono anonimo riapre la vicenda. Dopo mesi di ricerche, Blomkvist e Salander scopriranno la sconvolgente ed inaspettata verità.
In uscita venerdì 3 febbraio. Giudizio ***

I Muppet: un film di James Bobin. Con Jason Segel, Amy Adams, Chris Cooper, Rashida Jones, Zach Galifianakis. Commedia, Usa 2011. Trama: in vacanza a Los Angeles con i suoi amici Gary e Mary da Smalltown, Walter, il più grande fan dei Muppet, scopre il malvagio piano del petroliere Tex Richman di radere al suolo il teatro dei Muppet per scavare nel suo sottosuolo e recuperare il petrolio scoperto di recente. Per mettere in piedi il più grande Muppet Telethon di sempre e raccogliere i 10 milioni di dollari necessari per salvare il teatro, Walter, Mary e Gary aiutano Kermit a riunire i Muppet, che hanno intrapreso strade diverse: Fozzie ora si esibisce a Reno in una band tributo chiamata Moopets, Miss Piggy è una redattrice di moda di Vogue Parigi, Animal è a Santa Monica in una clinica per manager infuriati e Gonzo è un potente magnate d’impianti idraulici.
In uscita venerdì 3 febbraio: Giudizio ****

Sulla strada di casa: un film di Emiliano Corapi. Con Daniele Liotti, Vinicio Marchioni, Donatella Finocchiaro, Claudia Pandolfi, Fabrizio Rongione. Thriller, Ita 2012. Trama: la storia di Alberto, piccolo imprenditore genovese che per salvare la propria azienda ereditata dal padre s’infila in un giro più grande di lui. Inizia, infatti, a fare il corriere per un’organizzazione criminale. L’intento è quello di arrotondare e garantire un futuro migliore a sua moglie e ai suoi due figli. Proprio alla moglie Alberto tiene nascosti i motivi che sempre più spesso e inspiegabilmente lo portano lontano da casa.
In uscita venerdì 3 febbraio. Giudizio ***

The Last Days of Emma Blank: un film di Alex Van Warmerdam. Con Marlies Heuer, Annet Malherbe, Eva van de Wijdeven, Gene Bervoets, Gijs Naber. Drammatico, Paesi Bassi 2009. Trama: scene di lotta di classe in riva al Mare del Nord o attesa per un nuovo Angelo Sterminatore? Sul registro di un surrealismo personale e inconfondibile si snoda la nuova commedia, aspra e pungente, del regista di film molto amati dalla critica come Abel, Il vestito, Waiter che prosegue qui la sua ricerca di linguaggio e critica sociale. Nella sua grande casa dietro le dune la tirannica Emma aspetta la fine esasperando domestici e parenti per spingerli ad una paradossale rivolta. Nel teatro della crudeltà vince chi opprime o chi pensa di ribaltare le regole del gioco?
In uscita lunedì 6 febbraio. Giudizio ****

(Legenda: * da evitare; ** banale; *** guardabile; **** coinvolgente; ***** imperdibile)

TEATRO

Dr. Jekyll e Mr. Hyde (Stevenson); teatro ‘Alfieri’ (Torino). Dal 7 al 12 febbraio nell’ambito della rassegna Fiore all’occhiello un musical liberamente ispirato all’omonimo racconto di Robert Louis Stevenson. Ideato e diretto da Giancarlo Sepe, annovera nel cast, oltre ai due protagonisti, Alessandro Benvenuti e Rosalinda Celentano, anche le gemelle Alice ed Ellen Kessler. Nello spettacolo ci sono venti interpreti che cantano, recitano e ballano. L’atmosfera è quella del fumetto d’autore, in bianco e nero, dove il sangue è come l’inchiostro: tra le musiche riecheggiano anche canzoni contemporanee arrangiate per l’occasione e le danze nascono dall’estro dei protagonisti, tra loro diversi ma tutti assillati dal lato oscuro. Il tema è quello del doppio, della trasformazione e dell’accostamento di due segni diversi. Gli anni del Dr. Jekyll e Mr. Hyde, sono gli anni di Jack lo squartatore oltre che dell’attore Richard Mansfield: e anche Henry Jekyll è un artista in una città dove gli uomini diventano mostri di egoismo.

Stanno suonando la nostra canzone; teatro ‘Duni’ (Matera). Domenica 5 febbraio uno spettacolo per la sezione Teatro e Musica. E’ una rappresentazione ideale per tutta la famiglia. Una commedia musicale scritta da due grandi autori dello spettacolo mondiale: Neil Simon e Marvin Hamlisch. Sul palcoscenico Maria Laura Baccarini e a Gianluca Guidi, che oggi è il regista di questa nuova edizione, la cui coppia protagonista è formata da Giampiero Ingrassia e Simona Samarelli. La storia narra di un musicista, Vernon Gersh, alla ricerca di una melodia che possa diventare la hit del momento. Conosce la paroliera Sonia Walsk e cominciano a lavorare a fianco a fianco per giorni, finché tra una melodia e l’altra nasce anche una storia d’amore. I loro brani conseguono un successo strepitoso e scalano le classifiche. Una commedia musicale divertente, ironica, viva e avvolgente.

Medea (Euripide); teatro ‘Mecenate’ (Arezzo). Domani (02 febbraio)  in scena la tragedia greca, un classico tradotto e adattato da Michele Di Martino e Maurizio Panici. Regia di Maurizio Panici, con Renato Campese, Maurizio Panici, Silvia Budri Da Maren. Medea la barbara, Medea la sapiente – e per questo invisa ai potenti della sua nuova città – è la scintilla che sovverte e scuote l’istituzione familiare, la gerarchia: attraverso un atto emotivo e non razionale mette in discussione la pace sociale invocata da Giasone e Creonte. Raccontare ancora una volta Medea è narrare da un lato quanto le passioni possano essere devastanti se non controllate, dall’altro come gli uomini, attraverso sofisticati ragionamenti, giustifichino scelte di comodo per il raggiungimento di una posizione sociale più alta all’interno di una comunità.

Commedia dialettale; teatro ‘Serassi’ (di Villa d’Almè – Bergamo). Rassegna di teatro dialettale Sereno Locatelli Milesi. Sabato prossimo (4 febbraio) in scena la compagnia teatrale ‘La primula’ di Ossanesga, che proporrà la commedia dal titolo Dùdes röse e öna gamba in due atti di Camillo Vittici. Poi, la commedia in tre atti scritta da Abele Ruggeri Quando l’amùr a’l gh’è verrà invece messa in scena sabato 11 dalla ‘Compagnia del sottoscala’ di Rosciate, mentre sabato 18 sarà la compagnia teatro comico dialettale ‘Aurora’ di Villa d’Almè a calcare il palcoscenico del suo paese con la commedia di Carletto Capelli intitolata Dàga quater sganassù. Chiuderà la compagnia ‘Franco Barcella’ di San Paolo d’Argon, il 25, con la commedia Il letto ovale.

Tutto per bene (Pirandello); ‘Teatro Argentina’ (Roma). Gabriele Lavia, nella triplice veste di direttore artistico, di regista, di attore protagonista dello spettacolo, in scena fino al 10 febbraio. Lavia è affiancato fra gli altri dalla figlia Lucia e da Daniela Poggi, oltre all’eterea presenza della danzatrice Alessandra Cristiani. La vicenda pirandelliana ruota attorno alla singolare figura di Martino Lori, vedovo inconsolabile che da sedici anni ogni giorno visita la tomba della moglie, offre fiori alla defunta e ne onora la memoria.

© Rivoluzione Liberale

CONDIVIDI