La settimana inizia con la fine dei festeggiamenti dell’Unità d’Italia. Un grandissimo Roberto Benigni ha ricordato come dal Risorgimento liberale, passando per la Resistenzaal nazi-fascismo si sia arrivati alla Costituzione repubblicana che regola diritti e doveri di tutti gli italiani e i residenti. Particolarmente toccanti le lettere di giovani condannati a morte, lette da Benigni, con particolare emozione. La settimana inizia con alcune meline e tentativi di misunderstandings in fatto di diritti e di art. 18. La settimana inizia anche con le dichiarazioni del Direttore generale dell’Fmi, che sostiene come rimettere in marcia l’Europa sia una maratona e non una corsa di velocità, dato anche tutto il tempo perso negli anni precedenti.

19 marzo: Camera, in Aula discussione del DL di conversione in legge, con modifiche  recanti disposizioni urgenti  per la concorrenza, lo sviluppo e la competitività, approvato dal Senato.

Un ringraziamento a cuore aperto da parte di tutti i liberali al Presidente Monti per l’immediata presa di posizione contro il nazismo e la strage di Tolosa nella Sinagoga ebraica. Ricordiamo anche come l’allora Presidentedel PLIAldo Bozzi, dopo l’uccisione di Stefano Tachè, un bambino ebreo, alla Sinagoga di Roma (più di 40 feriti nel 1982) corse ad abbracciare il Rabbino Capo di Roma Professor Elio Toaff e tenendolo sotto braccio lo accompagnò per le strade di Roma. Piuttosto, bisogna estirpare con determinazione questo cancro mortale che è il nazismo e che riemerge, vuoi in Norvegia, vuoi in Germania, adesso in Francia e da noi con il compound neo nazista: estirparlo senza se e senza ma. Per non parlare dell’abominevole lista dei professori universitari che sono contro l’antisemitismo.

20 marzo: discussioni nella notte del 19 sulle questioni di lavoro e art. 18 e poi riunione in mattinata del 20. Alla Camera posta la fiducia sul disegno di legge con modifiche, approvato dal Senato, recante disposizioni  urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture; dodicesima volta che viene posta la fiducia, in 100 giorni di Governo tecnico.

Al Senato, discussione della mozione sulle accise dei carburanti nelle zone di confine. Alla Commissione Affari Costituzionali, dl di conversione con modificazioni recante disposizioni urgenti in materia di semplificazioni e sviluppo.La Commissionegiustizia ascolta rappresentanti della Anm e Consiglio nazionale forense sulla responsabilità civile dei magistrati. A Palazzo Chigi riunione tra Governo e parti sociali. Il Governo decide la chiusura delle conversazioni con un verbale che verrà discusso il 22 marzo.

21 marzo: al Senato Commissioni riunite Affari Costituzionali e Bilancio, esame del ddl 3047-8 sull’introduzione nella Costituzione del pareggio di bilancio. Alla Camera sulla richiesta di voto di fiducia sul decreto su concorrenza, sviluppo infrastrutture e sviluppo e competitività, voto di fiducia che è arrivato con larga maggioranza.

Un augurio di cuore, dopo quanto già scritto dal SegretarioDe Luca, al Liberale Alberto Musy colpito proditoriamente sulla porta di casa.

22 marzo: la maratona sulle nuove regole del lavoro e art. 18 è continuata al Ministero del lavoro ed è inutile fare un elenco delle proposte, ci sono troppe eccezioni, e il verbale governativo riassuntivo slitta al 23 marzo.

Alla Camera esame del disegno di legge già approvato dal Senato di conversione del decreto legge recante disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività su cui ieri è stata posta la fiducia. Il decreto è passato con una larga maggioranza e adesso diventa legge appena verrà pubblicato sulla Gazzetta ufficiale.

23 marzo: il Cdm ha consegnato il verbale con tutti i punti sul lavoro e art. 18 ed è a disposizione di tutti. Il fatto decisivo è la decisione di presentare un disegno di legge e non un decreto legge sui problemi del lavoro e art 18: alcuni punti vanno segnalati come, licenziamenti con rito abbreviato, tutela più equa ma non reintegro, congedo paternità obbligatorio, lavori stabili premi alle imprese. La legge sul lavoro basata su stabili intese vedrà la luce nell’estate 2012. Nuovo dl sulle commissioni bancarie per affidamenti, via libera ad approvazione delega fiscale al prossimo Cdm.

Al Senato in Commissione Ambiente audizione del Ministro dell’ambiente sulla salvaguardia di Venezia e della sua laguna.

La posizionedel Plisui tanti problemi del Paese è stata illustrata del segretarioDe Lucanella sua Relazione al XXVIII Congresso Nazionale e il Tg2 ha evidenziato le scelte liberali in tema di lavoro e art. 18 e sulle attualizzazioni dei padri del liberalismo nei problemi attuali: una vera lectio magistralis.

CONDIVIDI