“Scusate se non ci credo. Obama è andato a Kabul a fare una scampagnata in occasione dell’anniversario della morte di Osama. Certo che il padreterno è un gran burlone:Obama e Osama, mai nomi più facili da ricordare. Allora diciamo che era un’ occasione importante e va bene. Ma che poi lui dica che “la sconfitta finale di Al Qeda è alla nostra portata”, ci siamo ci siamo, beh che dire, più elettorale di così! Che delusione!

Io vi dico in sincerità che preferivo Hilary e lei avrei votato: grintosa e incazzata, moglie cornuta, insomma portatrice sana di tutte le qualità necessarie per essere un duro: poi ha vinto lui l’Hawaiano di colore. A me con questa sua aria da giocatore di basket di quartiere non ha mai convinto. Quando era senatore ha firmato leggi che non hanno proprio proprio aiutato gli americani, anzi. E come presidente non mi sembra abbia fatto molto. Certo che è difficile essere pacifisti in un sistema dove una gran percentuale dei grandi elettori è un guerrafondaio implicato in affaroni con i peggio ducetti del mondo, africani o orientali. È anche stracerto che senza qualche bella guerra qui e là non si olierebbe la macchina dell’esercito più potente del mondo. Per intenderci dovrebbero mandare a casa quelli che vanno nella giungla e si travestono da pianta tropicale e poi trucidano i nemici quando vanno a fare la pipì (l’ho visto in un telefilm) e non credo possano.

Certo è che il ruolo di duri gli compete! Ho appena letto che Stallone girerà il quinto rambo. Pare che gli sceneggiatori vogliamo cominciare così: Lui, Rambo, è un rincoglionito e vive in un ospizio. Ha lo sguardo spento nel vuoto a furia di farmaci per la pressione, la gotta, la leptospirosi (l’ha presa nel Fiume Mekong in Rambo 4), la uallera e anche il maracanto abissino, rarissima forma di demenza senile africana. Ma un giorno all’improvviso qualcuno ruba la monumentale scorta di Lasix e uccide il pappagallo birmano che aveva conosciuto in Rambo 2. E allora lui si getta sulle tracce del ladro. Ecco. Pare sia esilarante la scena in cui lui parla a un pappagallo (di plastica) pensando commosso che l’amico sia risorto. Rambo quattro.. ti ospizio in due!”

© Rivoluzione Liberale

CONDIVIDI