Ci vorrebbe un’idea. Ad avercela però. Il tecnico imbarazzato, ma neanche tanto, si lascia scappare una disarmante confessione: “Non abbiamo idee, tantomeno ideone”. Un altro gli fa l’eco: “Idee? Mica sono Mandrake!”. Staremo a vedere se il tecnico dei tecnici, un po’ supereroe e un po’ supertecnico, riuscirà a far apparire il genio della lampada per stimolare un mercato – quello delle idee – in piena crisi.

Fase insonnolita dell’Era post-berlusconiana, post-industriale, preelettorale, post-Seconda Repubblica. Il tempo esatto è l’infinito per coniugare lo stato dell’arte: posticipare. Vivere alla giornata, vecchio vezzo nostrano, per non pensare al futuro. Un viziaccio difficile da sconfiggere, perché anticipare i tempi è una virtù di pochi (meglio se eletti).

Anche i media non sono da meno, proprio loro che dovrebbero mettere in comune (comunicare), si perdono in confusi ragionamenti su un tempo difficilmente catalogabile, anestetizzati da una classe politica intubata da mesi, in bilico tra la vita e la morte.

C’è dunque un vuoto di contenuti ma prima ancora di contenitori, così a farla da padrone sono le tasse, le percentuali, il Pil, i numeri insomma, per loro natura senza vita. Le vie d’uscita da questa situazione d’emergenza dovranno indicare il nuovo corso, non soltanto economico, per riportare nel giardino della credibilità chi non è deputato a rivestire il ruolo di guida: i cittadini.

È un vivere in perpetua apnea, osservando dal fondo luci e ombre in lontananza, in continuo movimento senza la possibilità di mettere a fuoco la realtà. Che poi non è nemmeno vero che la politica sia in crisi, lo è la reputazione di certi uomini che si definiscono politici ma che da questo punto di vista non hanno dichiarato lo stato di crisi.

Una volta una buona ricetta comunicativa per addolcire la massa recalcitrante stava tutta nel concetto di ‘guardare all’economia reale’. Siamo punto e daccapo. E’ la realtà che fa spavento, l’impoverimento sociale e culturale al quale ci stiamo consegnando da tempo. Qualcuno o qualcosa tiri fuori un’idea, anche piccola. Altrimenti l’avvitamento finirà per annientarci.

© Rivoluzione Liberale

CONDIVIDI