Grazie per quella volta, di Serena Dandini (2012; Rizzoli; pp. 234; € 14,50) – “Di cosa è fatta una vita? Di domeniche pigre in cui non rispondiamo al telefono per rimanere sul divano abbracciando un libro appena iniziato. Di ore spese inutilmente a cercare le sigarette, le chiavi della macchina, gli occhiali da sole, perché si sa che spesso e volentieri le cose si spostano per farci dispetto e divertirsi alle nostre spalle”. Dall’articolo di ‘Adnkronos’. “(…) In questi racconti che spaziano tra ricordi e riflessioni chiamando a testimoni Borges e la moglie di Tolstoj, Grace Kelly e Gaber, Simenon e la zia Lella, Ovidio e gli U2, Serena Dandini torna alla scrittura dopo il successo di Dai diamanti non nasce niente. Ora (…) esplora con tenerezza, ironia e sincerità una catena di debolezze di cui andare fieri, di fragilità nostre e del mondo: è il tempo di autoassolverci, di fare pace con i nostri difetti imparando a conviverci tra alti e bassi”.

Inseparabili. Il fuoco amico dei ricordi, di Alessandro Piperno (2012; Mondadori; pp. 351; € 20,00) – Recensione del sito ‘Qlibri’: “Alessandro Piperno ritrova la famiglia Pontecorvo – già protagonista di Persecuzione – e chiude il dittico del Fuoco amico dei ricordi con un’opera del tutto autonoma che, al tempo stesso, scioglie ogni nodo lasciato in sospeso dal primo libro (…) è la storia di una famiglia che deve lottare con l’amore e il rancore, il lutto e la solitudine, fino alla resa dei conti. È il racconto verosimile fino al dettaglio di quanto fortuito e inarrestabile sia il meccanismo che genera un grande successo mediatico e insieme il ‘referto’ implacabile, scioccante, degli effetti che una pubblica glorificazione può sortire su chi ne è oggetto: sui suoi desideri, sul suo carattere, sulle relazioni con coloro che ama. È un libro splendente, ironico, emozionante, percorso da una felicità narrativa che ricorda l’euforia di Con le peggiori intenzioni (…)”.

Incontri con uomini straordinari, di Georges I. Gurdjieff (1993; Adelphi; pp. 408; € 12,00) – “(…) il maestro caucasico individua nove personaggi che, nel corso della sua gioventù, furono dei maestri e degli esempi decisivi nella sua formazione, descrivendo episodi e circostanze relativi all’incontro con loro e alle esperienze fatte in comune. Il libro è diviso in nove capitoli, ognuno dei quali dedicato a uno degli ‘uomini straordinari’ che Gurdjieff ha voluto citare come esempi e guide. Nove come le tipologie psicologiche dell’Enneagramma, il noto schema psico-caratteriale che proprio Gurdjieff importò e divulgò a suo tempo in Europa”. Dall’articolo di ‘Dadrim’.

Giochiamo ancora, di Alessandro Del Piero con Maurizio Crosetti (2012; Mondadori; pp. 115; € 15,90) – Dalla recensione di ‘Qnm’: “Proprio nei giorni in cui la Juventus festeggia lo scudetto 2011–2012″ questa sorta di biografia “si trasforma in qualcosa di imprescindibile per ogni fan che si rispetti. Questo potrebbe essere stato, infatti, l’ultimo campionato alla Juventus di un giocatore che della Juventus è diventato simbolo, bandiera in un calcio di mercenari che di bandiere ormai non ne propone più (gli ultimi? Javier Zenetti all’Inter e Francesco Totti alla Roma). Ma Del Piero è diverso, uno dei calciatori più amati del mondo, dentro e fuori dal campo (…) non è il libro di memorie di un calciatore a fine carriera, ma il racconto dei valori che hanno spinto Del Piero fin dagli esordi e che ancora oggi gli danno la forza di pretendere il meglio da se stesso ogni volta che scende in campo, anche quando siede in panchina per lunghi tratti. Il numero 10 è il cuore del racconto, come già è stato per altri libri in precedenza, ma questa volta Alex racconta uno per uno i dieci valori che lo hanno sempre guidato: talento, passione, amicizia, resistenza, lealtà, bellezza, spirito di squadra, sacrificio, stile e sfida”.

Sua Santità. Le carte segrete di Benedetto XVI, di Gianluigi Nuzzi (2012; Chiarelettere; pp. 326; € 16,00) – Questo saggio è stato “(…) denunciato dal Vaticano”. Ce ne parla ‘Mondo Informazione’. “(…) narra, documenti alla mano, i segreti della Chiesa (…), contiene un gran numero di lettere riservate indirizzate direttamente a Benedetto XVI e al segretario particolare monsignor Georg Gaenswein (…), un libro molto delicato per i temi che affronta e per quello che può scaturire, dopo la diffusione di questi documenti, che sembrerebbero veramente autentici. La figura di Benedetto XVI (…) comunque non ne esce compromessa. Tuttavia nel libro, sono piuttosto le trame delle alte cariche pontificie ad avere un riscontro poco chiaro”.

Il torto del soldato, di Erri De Luca (2012; Feltrinelli; pp. 88; € 11,00) – “Sotto una copertina rossa e spessa, che nasconde pagine ruvide, sta la storia di una donna, e di due uomini”. Lo scrive ‘Books Blog’. “Di una giovane austriaca, di un criminale di guerra ossessionato dalle corrispondenze della kabbala, e dello stesso Erri De Luca, incarnazione del ragazzo ischitano che le ha insegnato il nuoto sul pelo dell’acqua e l’arte del galleggiamento. Partita assurda di somiglianze asimmetriche, che si staglia sul limitare di uno scontro muto tra i ricordi dell’infanzia e la scoperta atroce della verità. Emet in yiddish, lingua disperatamente viva, custodita in un udito esacerbato e con l’odio della sopravvivenza iscritto dentro. Una novella tutt’altro che buona, incisa nell’ombra angosciosa della persecuzione e costantemente ritrovata, nel susseguirsi di segni e di passaggi evidenti, ossessione dello scrittore e dell’anima tormentata che lo fronteggia come Il Nemico.

© Rivoluzione Liberale

CONDIVIDI