“Mi sono spesso allontanata dal mio caro pianeta  e ho gironzolato in tante parti della terra. Ma dovevo sempre tornare. Qui sul mio pianeta io detto le leggi, accolgo gli amici, resto da sola, tutto senza un ordine apparente. Amo le persone che mi amano, sono di cultura non culturale, ma diversamente tuttologa. La cosa che più mi piace è commentare, discutere.  Forse, ma forse, adoro avere l’ultima parola. E quest’ultima parola, oggi, prende il significato della resa. Mi arrendo di fronte alla pochezza, alla mediocrità.

Mi viene in mente quanto sarebbe facile se tutti, dico tutti, facessimo un esame di coscienza: dove ho sbagliato, cosa potevo far meglio, dove sono stata superficiale? Ogni tanto dall’alto del mio pianeta osservo un’accozzaglia di umanità che non mi appartiene. E leggo di uomini che, rifiutati, uccidono le donne: proprio ieri al nord, un uomo ha ucciso la sua ex moglie perché non accettava la fine del rapporto. Si legge troppo spesso di episodi simili. Mi fa orrore pensare che qualcuna della mia famiglia potrebbe incorrere in uno del genere: quelli per intenderci “o mia o di nessun altro”. Quella superbia che li fa padroni della vita dell’altra, che non dà a loro la forza di accettare il fallimento.

E in tutto questo la legge è impotente. Purtroppo, le violenze domestiche non sono sempre denunciate: a volte per paura a volte per vergogna; non è facile, specie se ci sono figli piccoli. Mi fa male pensare allo sconforto dei parenti di quella ragazza uccisa, all’angoscia di tante persone vittime innocenti di una follia. Ma mi fa ancora più male vedere come fatti così cruenti che testimoniano una società in profondo disagio, vengano subito archiviati, seppelliti da altre cose più gravi. Chi ha più letto della bomba a Brindisi? I fiori davanti alla scuola sono appassiti da tempo. È  tutto così veloce ormai. Avanti il prossimo fatto di cronaca nera, avanti la prossima indignazione.

E allora in questi tempi bui rimango nel mio pianeta. Mi dimetto dal pianeta Terra: non vi capisco umani, non vi riesco più a seguire.”

© Rivoluzione Liberale

CONDIVIDI

1 COMMENTO

  1. Sono un liberale da sempre, un estremista del centro, aprezzo e sono con te!!!

Comments are closed.