Settimana “calda” per i quotidiani stranieri, occupatissimi ad analizzare i risultati delle nostre elezioni amministrative. Non è quasi passato giorno in cui non si sia parlato del nostro Berlusconi, delle sue alleanze, delle sue sicurezze e dei suoi piani strategici, “Le Figaro”, “Le Monde”, “Liberation”, “The Guardian”, “The Wall Street Journal”, “The New York Times” e perfino i lontani “The Daily Star: Lebanon News”, “The Arab News” e “The Hindustan Times” si sono occupati del nostro paese. Il tono è sempre condito da una sottile ironia. Come pieno di ironia è l’articolo dedicato dal “New York Times” all’autista di autobus che guidava, in servizio, con i gomiti perché troppo occupato a configurare il telefonino nuovo… Per fortuna che in questo momento così “povero” di notizie delle quali andar fieri, c’è Draghi che tira un pò su l’immagine del nostro Paese, chissà perché parlando di lui si usano termini così diversi da quelli usati per Berlusconi. Speriamo che lo schiaffo preso dal Premier serva a tutti noi, ci faccia aprire gli occhi e ci svegli dal torpore nel quale siamo stati avvolti per troppo tempo.

R. Heuzé, “Berlusconi joue son crédit national dans les urnes à Milan”, “Le Figaro”, 13 Maggio 2011

“… Più che delle elezioni locali, le elezioni amministrative che si terranno domenica e lunedì in Italia assumono i toni di un referendum pro o contro Berlusconi. Sono coinvolti tredici milioni di elettori, in 1310 comuni (su 8100) e nove provincie… Lo scrutinio principale si terrà a Milano, dove gli elettori sono chiamati a confermare il sindaco uscente, Letizia Moratti, eletta nel 2006, o preferirgli un candidato di sinistra proveniente da Rifondazione Comunista, l’ex magistrato Giuliano Pisapia… Il Presidente del Consiglio ha posto un forte accento sul voto milanese, proponendosi capolista e dando allo scrutinio importanza nazionale… Sempre a Milano, Silvio Berlusconi si è lanciato in un vero e proprio tour mediatico per venire in aiuto alla sua ex ministra dell’Educazione. Ha concesso una ventina di interviste, non disdegnando nessuna testata, anche modesta… Durante un faccia a faccia televisivo, Letizia Moratti ha accusato il suo avversario, Giuliano Pisapia di aver rubato, all’epoca delle BR, una macchina, servita poi per un rapimento. I fatti sono stati amnistiati dai tribunali. Berlusconi ha sostenuto la Moratti, affermando che “Pisapia era amico dei violenti e dei sovversivi”… L’ultimo giorno di campagna elettorale, le divergenze con la Lega sono diventate più evidenti…”

G. Zampano, “Berlusconi Faces Test in Milan Vote”, “The Wall Street Journal”, 14 Maggio 2011

“… Gli italiani sono chiamati alle urne questo fine settimana per elezioni amministrative, un voto che si sta configurando come un test chiave per il primo ministro Silvio Berlusconi, nella sua capacità di tener insieme un governo formato da un’alleanza di centro-destra con un partito secessionista come la Lega Nord, capeggiato dal fumantino Umberto Bossi. Anche se gli italiani voteranno in comuni e provincie sparse lungo lo stivale, gli occhi sono puntati sulla capitale finanziaria, Milano, che è la città natale de settantaquattrenne primo ministro, il trampolino di lancio della sua carriera politica e il bastione dei suoi sostenitori… un risultato tiepido potrebbe approfondire le tensioni nell’instabile coalizione di governo di Berlusconi, soprattutto alienare la Lega Nord, che ha un largo sostegno al Nord. La Lega è la chiave perché il governo soppravviva fino alla fine del mandato nel 2013…”

Reuters per “The Daily Star: Lebanon News”, “Local elections to test Berlusconi’s grip on power after sex scandals”, 16 Maggio 2011

“… Gli italiani, Domenica scorsa, hanno partecipato alle elezioni amministrative che mostreranno quanto seriamente uno scandalo sessuale, tre processi per corruzione e un’economia stagnante abbiano danneggiato il primo ministro Silvio Berlusconi, due anni prima della fine del suo mandato… I test più importanti si avranno nelle quattro grandi città di Torino, Bologna, Napoli e Milano – la capitale finanziaria e la città natale di Berlusconi – dove la coalizione di centro-destra rischia di perdere per la prima volta dopo 20 anni… Berlusconi sta anche combattendo contro l’accusa di aver fallito nell’affrontare la crisi economica italiana, e l’intensificarsi del divario con la Lega Nord, alleato vitale per la sopravvivenza di Berlusconi…”

E. Povoledo, R. Donadio, “Berlusconi Fails to Sway Electorate in Milan”, “The New York Times”, 17 Maggio 2011

“… Per mesi, Silvio Berlusconi ha agilmente dribblato gli scandali sessuali e i dissensi all’interno della sua coalizione, ma questa settimana ha vissuto l’esperienza più amara della sua lunga carriera: l’errore di calcolo politico… Gli analisti hanno definito questi risultati come il fallimento della politica berlusconiana incentrata su se stesso, e come un chiaro segnale che la sua stella sta perdendo lustro… Prima delle elezioni, Berlusconi ha insistentemente e ripetutamente puntato i riflettori, non su Milano, ma su se stesso e sui suoi travagli personali causati dai PM milanesi…”

Reuters per “The Guardian”, “Setback for Silvio Berlusconi after poor local elections results”, 17 Maggio 2011

“… Il primo ministro italiano, Silvio Berlusconi, ha subito un grave smacco nelle elezioni amministrative, smacco che ha offuscato la sua immagine di invincibilità e potrebbe portare ad un periodo di instabilità politica… Berlusconi, coinvolto in uno scandalo sessuale e in tre processi per corruzione, ha ricevuto, a Milano, il 47% in meno delle preferenze rispetto a cinque anni fa…”

E. Jozsef, “Elections municipales: grosse claque pour Silvio Berlusconi à Milan”, “Libération”, 17 Maggio 2011

“… Arrivato per portare aiuto al sindaco uscente, Letizia Moratti, Silvio Berlusconi ha subito, ieri, un serio contraccolpo nella sua città natale, che è anche il suo feudo … Anche se si era esposto in prima persona, fino ad arrivare ad essere capolista per il suo partito, il PDL, in queste elezioni locali non è riuscito a smuovere gli indecisi e a far rieleggere la sua ex ministra… A Napoli, sempre sommersa dai rifiuti, la maggioranza uscente (il centro-sinistra) è stata sanzionata duramente… Quanto al movimento di protesta Cinque Stelle di Beppe Grillo, una sorta di Coluche italiano, ottiene quasi il 4% a Milano, 5% a Torino e più di 10 punti a Bologna…”

AFP per “Le Monde”, ” Milan en ballotage, une gifle pour Berlusconi”, 17 Maggio 2011

” Uno schiaffo, così è stata definito il ballottaggio sfavorevole alla destra a Milano, feudo di Berlusconi… Mentre Berlusconi aveva fatto di queste elezioni amministrative un test di popolarità, si è ritrovato con una coalizione resa ancor più fragile dai risultati  elettorali… La Lega ha fatto filtrare, lunedì sera, tutta la sua frustrazione attraverso i portavoce del leader, Umberto Bossi. secondo il quale rimanendo con Berlusconi la Lega perderebbe terreno… Il silenzio di Berlusconi è ancora più eloquente di mille parole sull’impatto che hanno avuto su di lui i risultati di queste amministrative…”

AFP per “Le Monde”, “En Italie, Berlusconi et la droite malmenés lors des élections locales”, 17 Marzo 2011

” La sinistra italiana ha cominciato a cantar vittoria già lunedì sera, alla vista delle proiezioni dei risultati del primo turno delle elezioni amministrative, che danno, per la prima volta dopo 15 anni, la destra in ballottaggio sfavorevole a Milano, capitale economica del paese e feudo di Berlusconi… Gli ambienti vicini al Cavaliere, che ha portato avanti una campagna elettorale molto attiva a Milano, hanno fatto sapere che è “triste e sorpreso” per questi risultati preliminari…”

R. Heuzé, “Silvio Berlusconi en difficulté dans son fief de Milan”, “Le Figaro”, 17 Maggio 2011

” Per la prima volta, dal suo ritorno al potere nel 2008, Silvio Berlusconi non ottiene lo scontato successo in un’elezione. Contro ogni aspettativa, il centro-destra si trova in difficoltà nel suo proprio feudo, Milano, e non riesce a sconfiggere la sinistra a Torino e Bologna… Considerava il ballottaggio come un affronto per il suo governo… Ora dovrà riconciliarsi con gli elettori moderati che si sono tenuti alla larga dei seggi, stomacati per i toni violenti di questa campagna elettorale, e per gli attacchi personali del presidente…”

C. Barry, “Berlusconi suffers political blow in native Milan”, “ArabNews-Middle East”, 17 Maggio 2011

” Silvio Berlusconi ha subito una vera debacle politica nella sua città natale, Milano, visto che la sua candidata non è riuscita ad ottenere la vittoria al primo turno nella corsa alla poltrona di sindaco, corsa che il Premier aveva definito essere un referendum sul suo governo… Non è successo solo a Milano. I risultati sono stati quasi tutti spietati per Berlusconi e il suo partner nella coalizione, la Lega Nord…”

Reuters per “The Hindustan Times”, “Kahn’t hel it! VIPs falled by lust”, 16 Maggio 2011

” Sesso e potere sono collegati. La Storia è cosparsa di favole su potenti caduti per scandali sessuali… In pochi sono stati pesantemente accusati come Strauss-Kahn… Ma indiscrezioni sessuali hanno indebolito governi e sotterrato carriere politiche sulle due sponde dell’Atlantico, oggi come ieri… Il caso Strauss-Kahn fa affiorare lo stesso quesito che affiora ogni volta che la politica si mischia al sesso. L’accusato ha abusato del suo potere per intraprendere un comportamento ad alto rischio, e in virtù di questo potere, l’accusato si sente invincibile? Sopra alla legge? Il primo ministro Silvio Berlusconi, l’ex Presidente americano Clinton, l’ex Governatore di New York Spitzer sono solo alcuni dei potenti che hanno fatto fronte a certe accuse, anche  se nessuno di loro è mai stato accusato di violenza… Così una persona che è a capo del FMI può aver pensato che fosse al di sopra dei ranghi. Certamente Berlusconi sembra pensarla così… Berlusconi, 74 anni, personalità di spicco del centro-destra italiano, sta affrontando quattro processi per frode fiscale, corruzione e, il più clamoroso, sesso con una prostituta minorenne che ha poi “coperto” abusando del suo potere. L’accusa per sesso con una minorenne è uscita dopo anni di chiacchiere sui suoi gusti sessuali…”

M. Semo, L. Millot, N. Versieux, G. Thomas, “Le cas DSK, sujet éditorial international”, “Liberation” 17 Maggio 2011

“… Qualsiasi soluzione ci sia per questo scandalo, quello che è sicuro è che sono annientate le sue speranze di carriera politica, ed è finita la carriera nel FMI… Le storie extra-coniugali di DSK erano note a tutti, ma il suo presunto coinvolgimento in un tentativo di stupro ha tutt’altro peso, anche in Europa, dove gli elettori si dimostrano più indulgenti che negli USA di fronte agli scandali sessuali dei loro leaders, i più celebri quelli di Silvio Berlusconi…”

AFP e Reuters per “Le Monde”, Mario Draghi encore un peu plus proche de la BCE”, 17 Maggio 2011

“… Presente all’interno della BCE dal 2006, si è fatto una reputazione d’uomo prudente ed è considerato come il più incline a mantenere il consenso all’interno dell’istituzione di Francoforte… A 63 anni è l’italiano più rispettato nei circoli finanziari ed economici internazionali…”

M. Golla, “L’Eurogroupe choisit Draghi pour succéder à Trichet”, “Le Figaro”, 17 Maggio 2011

“… In questi ultimi mesi, “Super Mario”, come viene soprannominato, ha saputo portare avanti una valida campagna di seduzione destinazione Berlino, il cui appoggio era decisivo, cantando le lodi del modello tedesco e moltiplicando le dichiarazioni sul suo attaccamento alla stabilità dei prezzi…”

R. Mackey, “Italian Bus Driver Caught on Video Using Two Phones and Teering With His Elbows”, “The New York Times”, 13 Maggio 2011

” Un autista di autobus è stato pizzicato da un video mentre usava due cellulari e teneva il volante con i gomiti. Secondo fonti ufficiali locali, sembra che l’uomo sia stato sospeso… Se perdesse il lavoro, potrebbe prendere in considerazione di trasferirsi in Nevada dove Google, azienda pioniera nel perfezionare macchine che si guidano da sole, sta spingendo affinché venga approvata una legge che vedrebbe questi veicoli girare legalmente per le strade dello stato…”

CONDIVIDI