Egregio Direttore,

sono un vostro assiduo lettore milanese e non iscritto a nessun partito. Ho però notato negli ultimi tempi che il partito Liberale sta tornando nelle piazze con iniziative come quelle di raccolta delle firme. E’ un buon segno che i partiti con tradizioni solide e sempre attuali cerchino un nuovo dialogo con la gente anche se siamo sfiduciati da quelli che vogliono cambiarsi d’abito ma dentro rimangono sempre quelli che negli ultimi anni hanno portato (da una parte e dall’altra) allo sfacelo il nostro paese. Mi sembra invece che il Partito Liberale abbia il merito di non aver mai voluto partecipare alla divisione della torta.

Cordiali saluti.

Alberto Negrucci

CONDIVIDI

1 COMMENTO

  1. Caro Negrucci,
    ci fa piacere che lei segua le attività del PLI attraverso il nostro giornale, è tra le nostre finalità editoriali. Per quanto riguarda il PLI, è vero, vogliamo tornare ad essere portavoce delle istanze dei cittadini ma senza cavalcare la becera protesta populista. La politica si fa con idee, proposte e progetti concreti (quale è sempre stata prerogativa del Partito Liberale), non solo limitandosi ad alzare la voce.
    Continui a leggerci.

Comments are closed.