Caro Direttore,

vi leggo ogni giorno da Venezia e ho notato che la vostra redazione si arricchisce spesso di nuovi giornalisti mentre alcuni non scrivono più. Perché questa alternanza?

Maria Zago

CONDIVIDI

1 COMMENTO

  1. Gentile Signora Zago,
    la nostra Redazione è composta da un gruppo di giornalisti “stabili” che garantiscono la pubblicazione degli articoli nell’arco della settimana e una serie sempre più cospicua di “firme” che collaborano al giornale con loro editoriali, commenti e riflessioni sull’attualità politica ed economica italiana ed internazionale.
    I redattori sono per lo più giovani (a volte giovanissimi) già impegnati in vari ambiti professionali se non ancora universitari che credono in questa iniziativa editoriale e vi contribuiscono attraverso il loro impegno giornalistico. Tra questi, alcuni nel corso del tempo non hanno più trovato modo di continuare (forse illusi da miraggi che il volontariato di tutti noi non prevede) mentre molti altri ci chiedono di collaborare. Ben vengano nuovi contributi di idee ma certo sempre cercando di selezionare chi meglio possa soddisfare le esigenze dei nostri lettori attraverso un’informazione libera e liberale. E i vostri consensi sembrano darci ragione.
    Grazie per essere una delle nostre più “attente” lettrici.

Comments are closed.