[Riceviamo e pubblichiamo questo Comunicato diramato dall’Ufficio Stampa del PLI. NdR]

.

.

“Il Partito Liberale Italiano sostiene la manovra del Governo per ridurre la spesa pubblica, che anzi, dovrebbe essere più incisiva, in particolare nel cominciare ad eliminare gli sprechi nella sanità, negli Enti locali e ridurre la costosa ed inutile burocrazia, eliminando altresì le interferenze della politica.

Bersani, se intende realmente aprire un dialogo costruttivo con il Centro liberal-democratico, deve affrancarsi dal condizionamento della CGIL, che lo induce a difendere rendite corporative parassitarie  e posizioni conservatrici.”

.

© Rivoluzione Liberale

CONDIVIDI

1 COMMENTO

  1. Inadeguatezza o incomprensione della realtà fattuale?
    Si assiste alla corsa per il passaggio del cerino acceso che farà scoppiare la santabarbara dei conti pubblici.
    Il comunicato che sto commentando è già obsoleto a una giornata di distanza dalla sua pubblicazione.
    Berlusconi /Bersani nel nuovo consociativismo che avanza e con la probabile “Große Koalition” che ritroveremo alle prossime elezioni politiche: Ottobre/Novembre 2012 o scadenza naturale, vanificano ogni progetto di rinnovamento riformatore per continuare nel “sacco” cinquantennale del Paese.
    A chi poi pensa il FLI come possibile progetto futuro ricordo che a sinistra c’è già chi: Sel, IdV, gruppuscoli extra, sta lavorando per il terzo polo targato “massimalismo democratico”.

Comments are closed.