Roma – Giunto alla sua quarta edizione, Trastevere Noir Festival, curato da Paolo Petroni e Marco Panella, torna al suo pubblico con una serie di talk e proiezioni dedicati al noir contemporaneo ed ai suoi vari linguaggi, dalle crime story  al reality noir, dalle introspezioni sui lati tragici delle esistenze individuali alle trasposizioni della graphic novel, dal linguaggio serrato delle fiction sino ai tempi mozzafiato del cinema d’autore.  Al Museo di Roma In Trastevere, dal 17 al 21 luglio, gli autori più rappresentativi della scena italiana metteranno a nudo le dinamiche narrative che animano le trame, i personaggi e le atmosfere di un filone che, sempre di più, è un vero strumento interpretativo della società di oggi e della sua complessità. 

Tra gli scrittori, letterari e cinematografici, presenti in calendario si segnalano Donato Carrisi, Francesca Bertuzzi,Giorgio Molinari, Michele Giuttari, Roberto Genovesi, Eva Fairy, Giampaolo Simi, Alberto Paleari, Gianluca Arrighi, Roberta Bruzzone, Melania Mazzucco, Antonio Parisi, Paolo Foschi, Donatella Paradisi, Adriano Petta e i Manetti Bros. 

Di grande attualità anche le proiezioni di docu-fiction realizzate in collaborazione con History Channel: La mala del Brenta, parabola criminale di uno dei più potenti protagonisti della malavita italiana tra gli anni ’80 e ’90, Felice Maniero; e Cia Secret Wars, approfondita trilogia di William Karrel sulla storia della più potente agenzia di spionaggio, resa attraverso le testimonianze ed interviste esclusive ad ex agenti, funzionari e direttori. 

Le serate, ospitate nel chiostro del complesso di Sant’Egidio, inizieranno alle 21, ad ingresso libero ed il programma su www.trasteverenoirfestival.it .

Nato nel 2009, Trastevere Noir Festival  è già divenuto un classico tra le manifestazioni letterarie romane, presentando al suo pubblico i differenti linguaggi per indagare il lato oscuro del quotidiano all’interno di una suggestiva cornice, ex monastero delle carmelitane scalze e ora attivo museo ospitante collezioni permanenti e mostre temporanee, che rappresenta uno scenario straordinariamente affine con le atmosfere richiamate dal Festival.

L’iniziativa, organizzata da Artix e Associazione Next Generation Act, gode del sostegno di Provincia di Roma e Camera di Commercio di Roma, del patrocinio del Sistema Biblioteche di Roma e della collaborazione con il web magazine Notte Criminale.

© Rivoluzione Liberale

CONDIVIDI