La settimana è iniziata con quanto ha detto il Presidente del Consiglio a Milano al Forum della cooperazione internazionale: le riforme servono per lasciare (visto che ha confermato che non intende candidarsi) un Paese  rassicurato e non rassegnato. Poi il discorso sulla necessità di pagare le imposte e non avere un Paese diviso in due su questo punto.

È scomparso Shlomo Venezia, ultimo sopravvissuto ad Auschwitz e testimone delle inenarrabili nefandezze naziste, mentre la Procura di Stoccarda ha ritenuto di dichiarare non punibili gli ultimi 8 nazisti incriminati per la strage di S. Anna di Stazzema dove vennero massacrati 560 italiani, tra i quali 100 bambini;  tra gli assolti ce ne è uno condannato all’ergastolo in Italia.

1 ottobre: alla Camera dei Deputati, discussione generale del Bilancio, riguardo alla discussione delle proposte di Legge costituzionale (C5148 e abb); le modifiche degli articoli 15 e 16 dello Statuto speciale perla Sardegnain materia di riduzione dei Deputati all’Assemblea regionale siciliana. A seguire Disposizioni congiunte  del Disegno di legge e Documenti (C4925-A). Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivati dall’appartenenza dell’Italia alle Commissione Europa. Legge comunitaria 2012 e Relazione consuntiva sulla partecipazione dell’Italia all’Ue per l’anno 2011 (Doc LXXXII n.5). Discussione congiunta dei documenti Conto consuntivo della Camera dei Deputati per l’anno finanziario 2011 (Doc VIII n. 9).Progetto di Bilancio della Camera per l’anno finanziario 2012 Doc VIII, n.10).

Un grande ringraziamento alla Rai per la ricostruzione in due serate della vicenda diEnzo Tortora, notissimo presentatore di Portobello in Tv e Consigliere nazionaledel PLIdi quei tempi, e delle torture psicologiche e materiali che ha dovuto subire per le calunnie di cosiddetti pentiti e per l’incapacità della magistratura di trovare il bandolo della matassa. L’abbassamento delle difese interne dovuto allo stress derivato da accuse, carcere, processi, procurò adEnzo Tortorala morte per tumore. Comunque nessun magistrato è stato redarguito e niente contributi per ingiusta detenzione ad Enzo.

2 ottobre: al Senato esame del ddl 3463 di conversione del decreto legge sul risanamento ambientale e riqualificazione del territorio della città di Taranto. Il nostro presidente della Repubblica è volato a Madrid per una due giorni con il re Juan Carlos e il primo ministro Raioy: i temi sono  stati sia la governance europea, sia la legislazione fiscale e finanziaria.

Le Commissioni riunite Affari costituzionali e Giustizia si sono occupate del ddl 2156-B e connessi in materia di prevenzione e repressione della corruzione e illegalità nella P.A.;la CommissioneGiustiziain seguito ha avuto una discussione congiunta in sede deliberante dei ddl 3491 e 3492 sulla diffamazione a mezzo stampa.

3 ottobre: si è deciso l’obbligo del pareggio di Bilancio non solo nello Stato ma anche nelle Regioni, Province e Comuni. Commissione parlamentare di controlli degli Enti gestori di Previdenza:la Ministro Fornerosostiene la necessità di un nuovo modello di governance dell’Inps e sulla incorporazione dell’Inpdai. Sempre alla Camera seguito dell’audizione del Ministro Patroni Griffi nell’ambito dell’attività preliminare della nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza. Alla Camera è continuato l’esame delle modifiche della Legge Costituzionale degli Statuti delle Regioni autonome Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Sicilia.

Al Senato è stato votato a stragrande maggioranza il ddl 3463 che ha convertito definitivamente in legge il risanamento del territorio della città di Taranto. A Palazzo Chigi il Ministro tedesco Link ha preso, con coraggio civile, le distanze da quanto deciso dalla Corte di Stoccarda sugli 8 responsabili dell’eccidio di S. Anna di Stazzema, affermando fra l’altro che quanto è successo in Italia non si può né dimenticare né passare sotto silenzio.

4 ottobre: si è riunito il Consiglio dei Ministri; che ha approvato i decreti sullo start up con innovazione, flessibilità, mini tasse, fisco leggero per le grandi opere con credito d’imposta; rivoluzione digitale in grande spolvero come fascicolo elettronico per le ricette, certificati, eliminati nella P.A. i contratti di carta, eliminato il tacito rinnovo per le polizze Rc Auto, nelle scuole medie e superiori si studierà con l’e-book, obbligatorio accettare i pagamenti elettronici, notifiche telematiche per velocizzare i processi, Desk Italia per attrarre i capitali dall’estero, un solo documento per carta d’identità e tessera sanitaria, 750 milioni per la banda larga contro il divario digitale. Nel Decreto, taglio delle spese negli enti locali e forte reprimenda del Presidente del Consiglio per lo sconcio della corruzione, confermando i consistenti tagli ai costi dei Consigli regionali e una sostanziosa sforbiciata al numero dei Consiglieri e dei loro stipendi. È seguito l’incontro del Senatore Monti con il Gruppo interparlamentare per l’agenzia urbana. Intanto, è stato eletto un giudice costituzionale e un componente del Consiglio superiore della Magistratura.

5 ottobre: il Presidente del Consiglio è volato a La Valletta (Malta)  per partecipare al “5+5”riunione tra Stati europei (Italia, Francia, Spagna, Portogallo e Malta) con i Paesi arabi che si affacciano sul Mediterraneo; Monti ha ribadito la necessità dei compiti a casa per l’Europa, se si vuole far ripartire la crescita.

Il Presidente della Repubblica nel sessantanovesimo anniversario della strage nazista a Bellona ha espresso il suo forte rammarico per la sentenza della Corte di giustizia di Stoccarda, anche definendola incresciosa.

Il Ministro Grilli ha firmato il decreto che riguarda 55.000 esodati.

© Rivoluzione Liberale

CONDIVIDI