[Nota della Redazione: la rubrica “Liber’Alé” ospita personali “pensieri in libertà” di chi firma su temi e fatti d’attualità]

“Geronzi lascia. Bene, si dedicherà ai nipotini? Li porterà ai giardinetti? Non credo. In Italia si lascia la scena solo per dipartita nel senso funebre del termine. I grandi manager non mollano mai. Le poltrone diventano un trionfo dell’artrosi e i giovani diventano vecchi sospirando. Ma la parola vecchi è obsoleta. Ormai nessuno più è vecchio. Un aggettivo in disuso, sostituito da giovanile, fresco, mente lucida e così via.

Sono vecchie solo le consuetudini di avere un parlamento affollato da molta gente inutile, sottoculturata e nociva per l’ambiente. Sono vecchi i privilegi di questa casta che addirittura può avere un tutor (gentilmente offerto dal contribuente) per imparare una lingua straniera, quando alcuni dovrebbero rivedere la propria di lingua, almeno i tempi dei verbi. Sono vecchie le trasmissioni televisive con i soliti noti che si spendono per ribadire la loro democratica visione dei fatti e non accettano nessun tipo di critica. Sono vecchie le leggi che permettono a molti statali di avere rimborsi-spese astronomici, utilizzando il trucchetto di avere una residenza diversa da quella dove si trova il posto di lavoro. Ecco tutto questo e molto più è vecchio.

L’Italia ormai è come una signora molto in là con gli anni che ancora si veste da giovincella, tipo di dietro liceo davanti museo, troppo trucco troppo rossetto troppa pellacchia a nascondere un monumento all’artrite. C’è bisogno di semplicità, di rigore, di doveri. E la nostra classe politica, tutta, potrebbe dare inizio al restauro. Cominciando a imparare dall’estero, magari da David Cameron. Il primo ministro inglese va in vacanza in Spagna e prende Raynair, come un cittadino qualunque. Da noi, si sarebbero mossi il battaglione San Marco, le teste di cuoio , un sacco di cose piene di sigle, aerei della flotta, spioni e spione e poi, muoia Sansone e tutti i Filistei, pure 2 satelliti. Vado a vivere a London.”

CONDIVIDI