La settimana è iniziata con una decisione della Commissione Bilancio della camera che ha approvato un emendamento a favore degli esodati; subito dopo la Ragioneria i Stato ha annunciato che le somme stanziate non basteranno. Anticipo del fondo per ridurre il carico fiscale e poi saranno 2,3mld il costo per lasciare invariata l’Iva del 10%, ma la lotta all’evasione potrà alimentare il calo del prelievo fiscale. Se serve, ha dichiarato il Senatore Monti, ci sarò anche dopo le elezioni di aprile.

11 novembre: solita sceneggiata della Lega nord dove oltre agli insulti a Monti, dopo la votazione per la legge di stabilità e la legge elettorale, ha minacciato di ritirare i parlamentari di Camera e Senato. Misure urgenti per il dissesto idrogeologico, serve una deroga al Patto di stabilità e una deroga europea. Intervento deciso e chiaro del Senatore Monti su Bruxelles.

12 novembre: Hotel Mariott, nella riunione promossa dal Financial Times,  è intervenuto il Presidente del Consiglio, il Ministro Passera, i Commissari europei Kroes e Tajani, Alfano, Bersani, Casini. Sempre a Milano successivamente al Med Forum, intervento del Primo ministro Monti presenti il Sindaco di Milano, Guido Podestà, Formigoni, Passera, Hoyer.

Nel pomeriggio il Presidente del Consiglio è volato a Parigi dove, all’Hotel de Matignon ha incontrato il Primo ministro francese Ayrault.

Intanto a Parma l’Autorità europea ha celebrato l’anniversario per la sicurezza alimentare, presenti i Ministri Moavero e Balducci. Riunione di due giorni dell’Eurogruppo a Bruxelles.

Il Presidente della Repubblica Napolitano, nell’anniversario e nel ricordo della strage di Nassyria, ha voluto ricordare con parole semplici e commosse tutti i nostri caduti nelle missioni di pace.

Il Presidente del Consiglio ha escluso la tassa patrimoniale, mentre il Ministro dell’Ambiente ha quantificato in 40mld le risorse necessarie per il dissesto idrogeologico. È stata trovata la copertura per gli esodati con voto favorevole della Commissione Bilancio della Camera, con i proventi della lotta all’evasione e il maggior versamento di imposte ed una sforbiciata alle pensioni sopra i 3500 euro.

13 novembre: il Presidente del Consiglio ha incontrato il suo omologo britannico Cameron a Palazzo Chigi. Le posizioni sono divergenti sul Bilancio europeo 2914-2020 (che sarà discusso tra i 27 Stati a Bruxelles il 22 e 23 prossimi), una forma di understatement britannico, ma accordo per salvaguardare l’Euro. Successivamente c’è stata una telefonata di Obama a Monti per riconfermare l’appoggio Usa all’attuale politica italiana.

Al Senato in Assemblea discussione del ddl 3491 in materia di diffamazione.La Commissione Affari Costituzionali ha continuato l’esame del decreto legge 188 su province e città metropolitane. In serata è saltato l’accordo per evitare il carcere per diffamazione con voto a scrutinio segreto.

Alla Camera, esame in Aula del decreto legge C5520 A.R., di conversione in legge del decreto legge 10 ottobre 2012 recante disposizioni urgenti in materia di finanza e funzionari enti territoriali, nonché disposizioni per le zone terremotate del maggio 2012. As eguire, esame progetti di legge  C3466-3528-4254-4271-4415-4597, per il riequilibrio delle rappresentanze  in genere nei consigli e giunte degli enti locali e consigli regionali, disposizioni in materia di pari opportunità nella composizione delle commissioni di concorsi nelle P.A.

Il Ministro della P.A. e sindacati hanno discusso su tagli e dotazioni organiche. Rinviatala Conferenza Stato-Regioni al 22 novembre. Modifiche in corso alla Legge di Stabilità: oltre 10.000 nuovi esodati tutelati, annullamento dell’Irap per le micro-imprese, sgravi per le famiglie a basso reddito con figli minori, tassazione per le pensioni con più di 2.900 euro mensili per compensare gli sgravi. Si ha l’impressione che esistano tante coperte ma tutte più corte del necessario. Il nuovo testo alle Camere il 22 novembre.

14 novembre: manifestazione europea sindacale. Partecipano 23 Stati su 27 dell’UE, Italia inclusa. Manifestazioni violente, spesso sfociate in guerriglia in tutta Italia, sull’onda delle manifestazioni europee e scioperi per ottenere sicurezza. È stata presa una prima decisione di votare per le regionali, Lombardia, Lazio, Molise, nei giorni 10 e 11 febbraio 2013.

Il Presidente del Consiglio Monti è volato in Algeria per il vertice Algeria-Italia, accompagnato da numerosi ministri, per rientrare poi in serata a Roma.

Al Senato, la decisione sul seguito del provvedimento anti diffamazione è stata demandata alla riunione dei Capi gruppo. Sono continuati i problemi derivati dalle alluvioni che hanno separato l’Italia in due.

Dall’Algeria, il Presidente Monti ha espresso (con il Ministro di Giustizia) tutta la sua solidarietà alle Forze dell’Ordine che si sono impegnate nel contenere le manifestazioni violente, con una serie di contusi e feriti nelle proprie file e la sua piena solidarietà alla Comunità ebraica di Roma per l’assalto alla Sinagoga. Solidarietà da noi liberali alle Forze dell’Ordine e l’affetto alla Comunità ebraica trasmesso al Professore Elio Toaff, Rabbino Emerito di Roma. Ma anche un serio richiamo al testo della Costituzione che autorizza le manifestazioni pacifiche e senza armi (e le improprie?) oltre al richiamo pressante alla proibizione del fascismo in tutte le sue forme.

15 novembre: nella nottata tra mercoledì e giovedì,la Commissione Bilancio della Camera in seduta notturna ha approvato la legge di stabilità e Bilancio che è stata discussa in Aula a Montecitorio. In Aula in mattinata informativa urgente del Governo sui recenti effetti alluvionali e nel pomeriggio c’è stata la discussione generale congiunta dei disegni di legge su Disposizioni per la formazione del Bilancio annuale e Bilancio di previsione pluriennale dello Stato per il triennio 2013-2015.

In mattinata all’Università Bocconi inizio dell’anno accademico alla presenza del Professor Monti e del Presidente della Bce, Draghi, che ha chiesto sia meno tasse che meno spesa corrente.

Al Senato in Aula la discussione dei Disegni di legge Costituzionali n.2172 e connessi, con la istituzione di un’Assemblea costituente per la revisione della seconda parte della Costituzione.

In mattinata ha larga maggioranza, l’Assemblea ha approvato l’A.S. n° 3270 e connessi in materia di professioni non organizzate in ordini o collegi. Nella nottata incremento, non condiviso dall’esecutivo, di 250 milioni perla Protezione Civile che servirà per le esigenze dei Comuni colpiti dall’alluvione. Contemporaneamente le norme fiscali segnalano niente calo delle aliquote, Iva aumentata di un punto percentuale da luglio 2013 e Iva al 10% stabile, la conferma che la lotta all’evasione abbatte il prelievo fiscale, sgravi Irap dal 2014 per aziende e professionisti, lavoratori autonomi e artigiani privi di organizzazione autonoma. Il Presidente Monti ha riferito al Presidente della Repubblica sui colloqui con i partiti che sostengono il Governo.

16 novembre: si è tenuto in mattinata un Consiglio dei Ministri, con i ringraziamenti del Presidente Monti ai Ministri. Il Consiglio di Stato ha sospeso la decisione del Tar per la data delle elezioni nel Lazio.

Il Presidente della Repubblica ha ricevuto il Capo del Governo e i Presidenti di Camera e Senato per individuare la data delle prossime elezioni politiche e per le regionali in Lazio, Lombardia e Molise. La data per le Regionali è stata fissata il 10 marzo 2013. Il comunicato ufficiale finale, ricorda che è necessaria  una legge elettorale nuova oltre alla Legge di stabilità prima delle elezioni politiche e che lo scioglimento delle Camere è una prerogativa del Capo dello Stato.

© Rivoluzione Liberale

CONDIVIDI