Una lunga Conferenza stampa di fine anno (presente anche il nostro giornale) del Senatore Monti domenica scorsa: un duplice elenco esaustivo con quanto portato a compimento e l’Agenda Monti, cioè quanto resta da fare e come fare, sia in Europa che nei programmi nazionali. Agenda sottoscritta dal PLI che è pronto per raccogliere le firme per le prossime elezioni nazionali, regionali e comunali.

Marò arrivati a casa dall’India per le festività dopo aver ringraziato sia il Presidente della Repubblica che le Autorità militari e civili.

26 dicembre: festività di Santo Stefano. Per le nipotine di chi scrive queste note, molto curiose della Storia patria, il racconto che vicino all’Isola di Ventotene (dove l’esiliato Altiero Spinelli, con Rossi, Colorni, Torraca,  e tutti gli altri tanti esiliati, ideò il Manifesto di Ventotene per un’Europa libera dalle dittature e unita) c’è nello stesso Arcipelago Pontino l’Isola di Santo Stefano dove venne rinchiuso Sandro Pertini perché uno dei capi più influenti dell’antifascismo, divenuto poi Presidente della Repubblica.

27 dicembre: Il PLI con la lista “Liberali per l’Italia” in tutti i Collegi, per riunire i tanti movimenti liberali che si riconoscono nel Manifesto di Oxford e in linea con quanto deliberato e votato al Consiglio nazionale, tenuto a Cesenatico alla fine di settembre e poi confermato dalla Direzione nazionale del Partito di pochi giorni fa. Va ricordato come il primo a volere il pareggio del Bilancio, il primo di tutti noi liberali, fu il Patriota Quintino Sella che si batté per il pareggio di bilancio subito dopo l’Unità d’Italia, 140 anni fa.

28 dicembre:la Conferenza stampa del PLI per presentare la lista “Liberali per l’Italia” è stata tenuta a Montecitorio con il Segretario nazionale de Luca e la Presidente del Consiglio nazionale Renata Jannuzzi. Una lista che raggruppa attorno al Partito associazioni e movimenti impegnati nella società civile di una vasta area liberale seria e non sedicente tale. Il Senatore Monti ha tenutola sua Conferenza stampa in cui si è detto pronto ad essere il Capo delegazione, con lista unica al Senato (per motivi di differenziazione fra i due rami del Parlamento), mentre alla Camera verranno presentate più liste che si richiameranno all’Agenda Monti per l’Italia.

Al Senato, esame del ddl 3647 decreto legge del 18/12/12 n. 223, recante disposizioni urgenti per le elezioni politiche del 2013, già approvato dalla Camera, approvato a larga maggioranza per la riduzione del 75 per cento delle firme necessarie per presentare una lista, ed è diventato legge dello Stato.

© Rivoluzione Liberale

CONDIVIDI