Il ricordo e la commemorazione del terremoto dell’Aquila di 4 anni fa, le 309 vittime, i tanti feriti, tutte le difficoltà della ricostruzione e la mancanza di fondi. Non siamo mai stati tanto teneri conla Germaniaattuale ma va ricordata la tempestività con cuila KancellieraMarkel, anche nel ricordo della distruzione nazista di Onna, venuta al G8 straordinario dell’Aquila, versò subito i marchi necessari per la ricostruzione di questa cittadina.

Poi, 4 reporter (giornalisti) italiani, tre uomini e una donna, catturati in Siria da ribelli salafiti: subito impegnatala Farnesinae viene raccomandato il massimo del silenzio.

6 aprile: il Cdm ha approvato il decreto per pagare i debiti delle P.A. 40 mld in 12 mesi stampando carta moneta (Bot). Si parla di compensazione con i crediti Iva e, se servisse, spazio per recuperi di efficienza. La liquidità dovrebbe essere servita dalla Cassa depositi e prestiti.

Si vedrà con il testo alla mano che deve essere pubblicato nella Gazzetta Ufficiale: mancano all’appello i crediti delle Aziende con meno di 20 dipendenti, il che, a sentirela Cgiadi Mestre porterebbero i debiti della P.A., “buffi” si dice a Roma, a una cifra di  90- 120 miliardi. Di più, un quotidiano di Roma ha riportato le Elaborazioni Uil e fatto i conti di quanti italiani vivono di sola politica: la somma è sconfortante, oltre un milione e centoventimila persone.

7 aprile: varato il Decreto che sblocca i pagamenti della P.A. con diversi meccanismi, tra cui le compensazioni tra crediti e debiti fiscali dall’otto aprile i primi pagamenti, per 2,3 miliardi.

8 aprile: un milione di disoccupati in più, nel 2012, rispetto al 2011: dato tremendo e non confutabile. Dire che bisogna rimboccarsi le maniche, a cominciare dai governanti, è riduttivo. D’altra parte in un momento di recessione bisogna anche ricordarsi di Shumpeter, l’inventore della innovazione distruttiva e di questi tempi anche le innovazioni riducono la necessità di assunzioni. Spread  a 305 punti base, Piazza Affari appena in ulteriore lieve regresso, benino le altre Borse europee.

9 aprile: in Aula alla Camera, dopo l’integrazione delle competenze della Commissione speciale, comunicazioni del Governo sul Decreto per Roma Capitale. Il Presidente della Repubblica, nel ricordare Gerardo Chiaromonte, ha ricordato come si uscì dalla brutta crisi del 1976, per effetto della concordia di tutte le forze politiche.

Occupazione di Camera e Senato fino a mezzanotte da parte dei grillini.

Visita del Segretario generale dell’Onu al Presidente della Repubblica e poi in Vaticano a conoscere il neo Papa e invitarlo all’Onu.

Borse europee in risalita come pure piazza Affari e spread in lieve calo.

Il primo ministro indiano ha rassicurato il Presidente del Consiglio che per i nostri marò ci sarà un processo breve che inizierà il 17 aprile ed è esclusa la pena di morte; a giudicare da un libro appena uscito per i tipi de Il Giornale, non c’è uno straccio di prova contro i nostri marò. Il commento amaro è che gli indiani non sanno come trarsi d’impaccio per le loro vicende interne politiche.

Il decreto salva Ilva è stato dichiarato valido dalla Corte Costituzionale e quindi tutti i prodotti sono vendibili da subito e le disposizioni penali sui vertici Ilva rimangono quelle attuali.

Incontri preliminari per creare una rosa di nominativi per le prossime elezioni del nuovo Presidente della Repubblica che inizieranno il 18 aprile.

10 aprile: al Senato, oltre a una seconda occupazione grillina, in Aula discussione sul decreto – legge n. 24, recante disposizioni urgenti in materia sanitaria.La Commissionespeciale ha approvato lo sche ma decreto 8 x 1000e Irpef a diretta gestione statale.

Consiglio dei Ministri per modificare ulteriormente il decreto legge per i pagamenti dei debiti della P.A. verso il Mezzogiorno. Dichiarazione del Senatore Monti: abbiamo evitato il baratro per il Paese e con il Documento Economia e Finanza (Def) siamo dentro al 2,9% del debito annuale ammesso dall’Europa. Ma si preannunciano problemi molto seri per il 2015 con una previsione di un debito pubblico pari al 130% del Pil. Il problema dei problemi è sempre il solito: dare le notizie a rate e con previsioni legate a documentazioni prospettiche che non vengono chiarite per tempo.

Borse europee tutte positive, Piazza Affari recupera +3,17 per cento e spread sotto i 300 punti base.

11 Aprile: al Senato, audizioni in Commissioni speciali di Senato e Camera,in seduta congiunta ascolteranno i rappresentanti di Confai, Upi, Ance, della Conferenza delle Regioni, dell’Alleanza cooperative italiane, Federambienti, Acea. Le audizioni si svolgeranno nell’ambito dell’indagine conoscitiva relativa all’esame dell’ A.C. 676 di conversione in legge del decreto – legge 8/4/2013 n. 35 recante disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti scaduti della P.A., del riequilibrio finanziario degli enti territoriali, nonché in materia di versamenti dei tributi degli enti locali.

La Commissionespeciale ha espresso parere favorevole con condizioni e osservazioni sullo schema Decreto interministeriale  n. 1 lavoratori esodati. Il Presidente del Consiglio Monti è andato a Londra alla riunione dei Ministri degli esteri europei e ha sostenuto che dall’Italia non vi è nessun pericolo di contagio. L’Istat ha confermato che tra disoccupati e lavoratori in cerca di posti di lavoro o sfiduciati, la cifra è salita a 6 milioni di persone. Le Borse europee con quella italiana hanno avuto parziali recuperi e lo spread è intorno ai 300 punti base.

12 aprile. il problema principale è l’elezione del Presidente della Repubblica, mentre per il Governo sarà un fatto successivo. Intanto in giornata i 10 saggi sono saliti al Colle per riferire al presidente Napolitano le loro conclusioni e proposte.

© Rivoluzione Liberale

CONDIVIDI