La settimana è iniziata con lo scioglimento della riserva e la presentazione  della squadra di Governo con 21 ministri fra cui 7 donne tra cui due “speciali”: Josefa Idem, 8 olimpiadi sostenute, medaglie olimpiche, mondiali, europee e nazionali, con l’incarico per le pari opportunità e lo sport. La seconda è Celine Kwenge, congolese di nascita, laureata medico oculista, cittadina italiana, consigliera comunale e deputata Pd, per l’integrazione dei cittadini stranieri e per la cittadinanza ai bambini stranieri nati in Italia. C’è stata anche qualche frase molto sciocca e offensiva, ma subito ritirata.

Stamani il Governo ha giurato fedeltà nelle mani del Presidente Napolitano alla Costituzione. Purtroppo un gesto folle ha turbato davanti a Montecitorio la giornata. Un tale Preiti, pistola acquistata al mercato nero, voleva sparare a parlamentari, ma non avendoli trovati ha colpito due Carabinieri, uno molto grave, e una mamma incinta di due mesi. Subito acciuffato, ha  raccontato di essere separato e con un figlio, senza lavoro e pieno di debiti per motivi di gioco. La famiglia lo ha scaricato subito negando che sia uno psicopatico. Auguri e ringraziamenti di tutti i liberali all’Arma, nei secoli fedele e ai Carabinieri feriti, alla mamma e al nascituro. E senza dimenticare il Carabiniere ucciso da banditi mentre cercava di evitare una rapina in una gioielleria di Monopoli.

La Corte suprema indiana ha dichiarato che le accuse ai nostri due marò non prevedono un giudizio con la pena di morte.

29 aprile: votazione di fiducia a Camera e Senato con il discorso del neo – Presidente del Consiglio. Un discorso molto chiaro, iniziato con il doveroso ringraziamento all’Arma dei Carabinieri e alle Forze di Polizia. Il Presidente ha proseguito con le dichiarazioni sull’economia, di un solo stipendio a parlamentari – ministri, dall’abbattimento del finanziamento pubblico ai partiti, una sola Camera e ridotta di numeri, abolizione dell’Imu, restituzione del versato sulla prima casa, nessun aumento dell’Iva a luglio 2013, guerra senza quartiere all’evasione, controllo ferreo sulle spese della P.A., abolizione sic et simpliciter della legge elettorale porcellum. Da ultimo l’avvertimento che se il Governo non funzionasse, lui non avrebbe problemi a trarre le conseguenze. Dopo il dibattito in Aula la votazione di fiducia nominale che ha dato questo esito: 453 si, 153 no, 17 astenuti. Immediata la reazione di Piazza Affari con un ottimo finish e spread sotto 272 punti.

Va in India il Ministro della Difesa e poi la Ministro degli Esteri Bonino, per chiudere questa amarissima vicenda dei nostri due Fucilieri di Marina.

30 aprile: Il Presidente del Consiglio al Senato per la seconda votazione di fiducia. Con il seguente esito: 233 si, 59 no, 18 astenuti e ora il Governo è nel pieno del suo mandato..

Il Presidente del Consiglio ha ricevuto in prima mattinata il Presidente di Israele Shimon Peres, che poi si è recato in visita a papa Francesco e al Presidente della Repubblica Napolitano. Neanche terminata la fiducia è scoppiata la rissa sul come applicare l’Imu. La Borsa Italiana ne ha risentito subito, ma lo spread è fermo a 272 punti base. Il Presidente Napolitano ha ridotto ulteriormente le spese del Quirinale, mentre c’è anche un accorpamento di uffici pubblici e la non cumulabilità degli stipendi nelle Province. Doppia relazione del neo – Ministro degli interni a Camera e Senato per l’attentato di Piazza Montecitorio con le ferite gravissime a due Carabinieri, i quali sono riusciti a non rispondere al fuoco per non colpire i cittadini presenti.

Gli auguri più vivi dei liberali tutti al Rabbino Emerito Elio Toaff per i suoi 98 anni! Secondo la tradizione ebraica della Bibbia, il termine della vita è a 120 anni!

Il Presidente del Consiglio è volato a Berlino a incontrare la Cancelliera Merkel.

1 maggio: Il Presidente Letta è andato a Parigi per incontrare il Presidente Hollande e poi a Bruxelles, ricevuto dal Premier belga Di Rufo, originario italiano e il Presidente del Consiglio europeo Van Rompuy. 

Non ci sono notizie del giornalista della Stampa Quirico da 21 giorni ed entrato in Siria per un reportage. Il Presidente della Repubblica, dopo aver ridotto gli emolumenti dei suoi collaboratori ha anche abolito il ricevimento al Quirinale e riceverà in modo sobrio i rappresentanti degli Stati e ambasciatori per la festività del 2 giugno.

2 maggio: il Presidente Letta a Bruxelles ha incontrato il Presidente della Comunità Europea Barroso ed è tornato in Patria. In serata dopo avere incontrato il Segretario dell’Ocse ha convocato il Governo per la nomina di 10 vice- Ministri e 30 Sottosegretari con un solo emolumento per i parlamentari.

Borse tranquille dopo l’abbassamento del tasso della Bce allo 0,50% e spread in discesa a 264 punti base. Lo spread secondo il Presidente dell’Abi è l’unico vero indicatore delle situazione finanziaria perché l’Ocse e le società di rating sono sempre in ritardo o hanno visioni personali della nostra situazione complessiva.  Spread in ribasso a 254 punti base.

3 maggio: in serata alle 20, a Palazzo Chigi giuramento dei vice ministri e sottosegretari. Piazza Affari in grande spolvero.

© Rivoluzione Liberale

CONDIVIDI