Una settimana all’ insegna di una serie di problemi, come quello dell’apertura della Camera dei Deputati in periodo feriale. La Presidente della Camera, presenti 104 deputati (tra cui Epifani), al fine di incardinare il decreto legge, n. 1540 di conversione del decreto – legge n. 93/2013  ha letto il decreto legge predisposto dal Cdm e dal Presidente Letta, detto femminicidio, contenente norme in materia di sicurezza e per il contrasto della violenza in genere, nonché in tema di protezione civile e di commissariamento delle  province. Il Decreto legge è stato assegnato in sede referente alle Commissioni Affari Costituzionali e Giustizia.

Il calendario dei lavori del Senato, prevede le Commissioni Esteri di Senato e Camera per martedì 27 agosto con l’audizione del Ministro degli Esteri Bonino, sulla situazione egiziana. Le Commissioni torneranno a riunirsi da lunedì 2 settembre. Per mercoledì 4 settembre è previsto l’esame delle mozioni sul dissesto idrogeologico, diffusione del gioco d’azzardo e combustione rifiuti nei cementifici. Nella seduta pomeridiana del 10 settembre, sono previsti gli esami dei disegni di legge di rendiconto e di assestamento del Bilancio dello Stato (ddl nn. 888 e 889).

22 agosto: lungo faccia a faccia tra il Presidente Letta, di ritorno da un meeting in Austria con il Cancelliere austriaco e Alfano, ma le posizioni restano, al momento, inconciliabili. Il Presidente Letta è stato ricevuto dal Presidente della Repubblica.

23 agosto: a  Palazzo Chigi, subito in prima mattinata, CdM con disposizioni urgenti per la razionalizzazione nelle P. A. e materie di occupazione e adesione del piano dei conti integrato delle P. A. e a seguire riunione tra i Ministri degli Esteri e della Difesa, con il Presidente Letta e la task force per i continui rinvii indiani sulla chiusura del procedimento ai nostri due marò, anche senza ascoltare gli altri 4 fucilieri di marina, come attualmente richiesto dalle autorità indiane.

Valutazione dell’accordo Italia – Usa per la cooperazione rinforzata sulla prevenzione e lotta alle forme gravi di criminalità.

© Rivoluzione Liberale

142
CONDIVIDI