La settimana inizia con domenica 8 settembre: settantesimo anniversario della rivolta nazionale, alla notizia della fuga del re e del governo, dopo l’armistizio con gli Alleati e conseguente occupazione nazista del nostro Paese. Nell’anniversario le interpretazioni, più o meno lecite, a cominciare dalla morte della Patria, si susseguono. Anche noi liberali ne abbiamo una: si tratta della terza Rivoluzione Liberale, dopo la prima, quella della Repubblica Romana fondata da Mazzini, Saffi e Armellini, nel 1849, con l’intervento di Garibaldi e l’eroica resistenza sul Gianicolo alle truppe francesi accorse in aiuto del papa. Nel Canto dell’Italia, messo in musica da Verdi, il pezzo centrale, Fratelli d’Italia, scritto da Mameli e messo in musica da Novaro, è diventato Inno nazionale. La seconda Rivoluzione Liberale è quella del 20 settembre, con la Breccia di Porta Pia, l’entrata dei Bersaglieri in Roma e il suo ricongiungimento di Roma all’Italia. Ma, quella di 70 anni fa, è “una” Rivoluzione Liberale, non solo Resistenza, che va dai liberali ai comunisti, con i socialisti delle varie suddivisioni, dai soldati sbandati dopo il fuggi fuggi dello Stato maggiore, ai Lancieri di Montebello, ai Granatieri di Sardegna, a reparti al completo abbandonati dagli ufficiali superiori, alle 400 donne che combatterono a Porta S. Paolo. Fu uno slancio nazionale che pervase tutto il nostro Paese e fu la Resistenza al nemico nazi – fascista, alle leggi razziali, alle persecuzioni e ai campi di sterminio: una razza Piave come diceva Burnich, nazionale di altri tempi. Non solo Salvo D’Acquisto, ma l’Arma dei carabinieri, ha perso contro i nazi-fascisti, circa 28.000 uomini, dai più alti gradi, ai giovanissimi CC appena entrati. E comunque al Sacrario di Montelungo  di fronte a Montecassino, ci sono oltre 80.000 caduti combattendo per la libertà.

Fu, non la morte della Patria, come qualche opportunista odierno si ostina a dire, ma la nascita della Patria libera, repubblicana, e della Costituzione nazionale.

9 settembre: dopo 5 mesi liberati Quirico e Piccinin, cittadino belga e accolti a Ciampino dal Ministro degli Esteri Bonino. Cdm nel primo pomeriggio, con l’approvazione di un decreto legge “Misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca”, poi il Presidente Letta è volato a Bruxelles dove ha incontrato il Primo Ministro Di Rupo, per l’ottenuta liberazione di Piccinin e poi il Presidente del Consiglio europeo Van Rompuy.

Il Presidente della Repubblica si è recato a Porta S. Paolo e Piramide Cestia in Roma, per rendere omaggio alla lotta di liberazione dal nazi-fascismo e ai caduti combattendo per la libertà, fra i quali Raffaele Persichetti, medaglia d’oro al valore militare, caduto mentre comandava la difesa di Roma.

Alla Giunta del Senato è iniziato l’esame della decadenza del senatore Berlusconi. Auguriamoci che la pratica non finisca a Waterloo, alla periferia di Bruxelles.

10 settembre: In Aula al Senato discussione congiunta del ddl. 888 (Rendiconto generale dell’Amministrazione dello Stato per l’esercizio finanziario 2012 e n. 889. (Disposizioni per l’assestamento del Bilancio dello Stato e dei bilanci delle amministrazioni autonome per l’anno finanziario 2013). In serata conferenza dei Capigruppo e Commissione Affari Costituzionali impegnata nel seguito dell’esame del ddl. 356 e connessi. La Giunta delle Elezioni ha rinviato i problemi della decadenza del senatore Berlusconi a giovedi 12 settembre e richiamo del Presidente della Repubblica alla coesione nazionale, in occasione della visita del Sindaco di Barletta per l’anniversario e ricordo della Resistenza al nazismo di 70 anni fa.

Alla Camera, esame del disegno di legge costituzionale (già approvato in prima deliberazione dal Senato), recante istituzione del Comitato parlamentare per le riforme costituzionali ed elettorali.

In Aula, seguito dell’esame del disegno di legge costituzionale (C 1359) recante Istituzione del Comitato parlamentare per le riforme costituzionali ed elettorali (approvato in prima deliberazione dal Senato). A seguire esame e votazione della questione pregiudiziale presentata al disegno di legge (C 1544) di conversione in legge del decreto legge 31/8/2013 n. 102, recante disposizioni urgenti in materia di Imu, di altre fiscalità immobiliari, di sostegno alle politiche abitative e finanza locale, nonchè di cassa integrazione guadagni e di trattamenti pensionistici. Via libera al Comitato dei quaranta per le riforme costituzionali ed elettorali, che adesso torna al Senato per la seconda lettura, in quanto trattandosi di una modifica della Costituzione è richiesta una procedura aggravata. Poi molta confusione in Aula tra insulti e proteste soprattutto del M5S: seduta sospesa e riunione dei capigruppo.

11 settembre: 12esimo anniversario dell’attacco e distruzione delle Torri gemelle di New York con oltre 3000 morti.

In Aula al Senato conclusione esame dei ddl n. 888 e 889, poi approvati con ritorno alla Camera. L’Assemblea ha approvato la dichiarazione di urgenza sul ddl n.119 in materia di aree protette e nn. 120 e 370. Il Ministro di giustizia ha svolto un’informativa, in Aula, su riorganizzazione delle circoscrizioni giudiziarie. Il Presidente Letta ha reso in Aula informativa sul vertice G20 a S, Pietroburgo. In Commissione Giustizia discussione sul ddl n, 14 in materia di disciplina delle coppie di fatto e sul ddl n. 54 in materia di reato di negazionismo. In Commissione  Affari Costituzionali esame dei provvedimenti recanti la conversione in legge del decreto 31/8/2013 n. 101, recante disposizioni urgenti per il perseguimento degli obiettivi di razionalizzazione nelle P. A. (ddl n. 1015).

In Aula alla Camera, mozioni concernenti iniziative in relazione alla crisi siriana, approvata la risoluzione di maggioranza. A seguire, esame e votazione della questione pregiudiziale presentata al disegno di legge C 1544 di conversione in legge del decreto legge 31/8/2013.

12 settembre: alla Camera, in Aula, norme su finanziamento pubblico dei partiti. Esame dei progetti di legge  (C 1239 – 1271- 1541-A). ratifica ed esecuzione del Trattato sul commercio delle armi adottato a New York dall’Assemblea delle N. U. il 2/4/2013 (C1328). Ratifica ed esecuzione della Convenzione dell’Organizzazione internazionale del Lavoro (Oil) n. 186 sul lavoro marittimo, adottata a Ginevra il 23/02/2006, nonché norme di adeguamento interno, approvata dal Senato. A seguire esame del disegno di legge (C1154 e abb) Abolizione del finanziamento pubblico diretto, disposizione per la trasparenza e democraticità dei partiti, disciplina della contribuzione volontaria e contribuzione indiretta a loro favore, esame del testo unificato delle proposte di legge, previo esame e votazione della questione pregiudiziale di costituzionalità presentata ( C 245 – 280 – 1071- A) e il testo, dopo la votazione, ritorna in Commissione Affari Costituzionali. Poi disposizioni di contrasto dell’omofobia e transfobia.

Alle Commissioni Esteri, Difesa e Politiche Ue di Senato e Camera riunite, audizione del vice Presidente della Commissione europea, Tajani, sul prossimo Consiglio Europeo della Difesa. La Giunta delle elezioni del Senato si è riunita nel primo pomeriggio e, a maggioranza, ha deciso di votare mercoledi 18 settembre, sulla decadenza o meno del senatore Berlusconi.

1400 persone dipendenti Ilva messe in libertà in tutta Italia (licenziati) e chiusura degli impianti.

© Rivoluzione Liberale

CONDIVIDI