Questa settimana è iniziata con la conclusione del Consiglio Nazionale  (dopo l’elezione  di Paolo Guzzanti a Presidente per acclamazione) che ha approvato la mozione “Liberali per l’Italia” con 27 voti a favore, 5 contrari e 3 astenuti, fra cui il neo Presidente del Consiglio Nazionale, che non ha votato, per non influenzare i Consiglieri. Il Pli deve agire con una forte iniziativa per riunire tutti i liberali in un unico contenitore politico che possa presentare un programma volto a promuovere il valore della libertà di ogni singolo individuo, rispetto alla attuale, insopportabile oppressione burocratica e fiscale. Si rivendica il valore storico, politico e morale del Partito Liberale Italiano che potrà e dovrà ricercare convergenze con movimenti, associazioni, circoli culturali e singole personalità, evitando il rischio di altrettante fusioni con gruppi di incerta radice culturale alla ricerca di spazi di potere o di affermazione personale.

Il Consiglio ha anche approvato la convocazione del 29esimo Congresso Nazionale entro il 30 marzo 2014, previo pagamento per i partecipanti, nuovi  e attuali iscritti entro il 31/12/2013 della tessera Pli.

Ma la settimana inizia anche con il commosso ricordo della strage nelle isole greche di Kephalonià e Kerchyra, della Divisione Acqui, da parte delle truppe tedesche, rei i militari Italiani, di avere votato all’unanimità per alzata di mano – prima volta in Italia – per combattere il nemico tedesco che li assediava. E così è stato fino alla morte di oltre 8000 uomini in combattimento, o fucilati, per rappresaglia, dopo essersi arresi per avere finito le munizioni. Ma è altresì il commosso ricordo del Carabiniere, vice – Brigadiere Salvo D’Acquisto, il quale a Palo, sulla costa tirrenica alle porte di Roma, per salvare 21 ostaggi si autoaccusò di avere lui messo bombe anti tedesche e fu fucilato dai nazisti.

23 settembre: è iniziato il viaggio del Presidente Letta in Canada con sosta ad Ottawa al Parlamento canadese, poi Toronto, per incontrare la comunità italiana. Infine New York per partecipare alla riunione plenaria dell’Onu, colloqui con il Segretario generale dell’Onu e poi incontro con il Presidente Obama e visita alla Borsa di NY. Anche la Ministro degli Esteri Bonino è a NY per chiedere all’Onu una soluzione per i due marò italiani, soprattutto dopo che giudici indiani chiedono di interrogare gli altri 4 marò per stabilire ora, dopo quasi due anni, da quali fucili sono partiti i proiettili che avrebbero ucciso i due pescatori, scambiati per pirati.

Alla Camera, discussione in Aula del testo unificato delle proposte di legge (C 232 – 950 – 1122 -1339 A) concernente Delega al Governo recante disposizioni per un sistema fiscale più equo, trasparente e orientato alla crescita. A seguire discussione del testo unificato delle proposte di Inchiesta parlamentare (Doc. XXII n. 5 – 6 – 7 -11 A) sui fenomeni della contraffazione della pirateria in campo commerciale e del commercio abusivo.

Vittoria della Cancelliera Merkel alle elezioni tedesche ad un soffio dalla maggioranza assoluta, mentre la Fdp, i liberali tedeschi, per un pugno di voti non passano la soglia del 5%.

Gino Bartali è stato nominato Giusto tra le Nazioni a Yad Washem, il luogo a Gerusalemme, della memoria delle stragi di ebrei da parte dei nazisti. “Ginettaccio” aiutò il Rabbino di Firenze, Cassutto e l’arcivescovo Dalla Costa a nascondere ebrei perseguitati e procurare loro documenti nascondendoli nelle canne della sua bicicletta. I dati dicono che oltre all’intera famiglia Goldenberg che aveva nascosto in cantina, Bartali, lui fervente cattolico, contribuì a salvare oltre 1000 cittadini di osservanza ebraica.

24 settembre: in Aula al Senato prosegue l’esame del decreto – legge n. 91, recante la valorizzazione dei beni e delle attività culturali. A seguire discussione congiunta dei provvedimenti recanti la Ratifica ed esecuzione del Trattato sul commercio delle armi (ddl n. 104 e n. (898). In Commissione Affari Costituzionali prosegue l’esame del decreto – legge n. 101 -2013 in materia di P.A. (ddl n.1015). A seguire il Ministro per i Rapporti con il Parlamento è intervenuto sugli orientamenti del Governo in tema di decretazione d’urgenza.

In Aula alla Camera, esame del testo unificato delle proposte di legge concernenti delega al Governo recante disposizioni per un sistema fiscale più equo, trasparente e orientato alla crescita. A seguire mozioni concernenti iniziative in materia di utilizzo di alcune tipologie di combustibili solidi secondari nei forni dei cementifici. Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sui fenomeni di contraffazione, delle pirateria in campo commerciale e del commercio abusivo.

25 settembre: in Senato, le Presidenze riunite delle Commissioni Lavori pubblici e Industria hanno ascoltato il Presidente esecutivo di Telecom, in merito alla cessione del gruppo Telco –Telecom alla Telefonica, consorella spagnola. Una seconda sessione, in Parlamento, si avrà martedi 2 ottobre con la conferenza del Presidente Letta di ritorno da NY. Un emendamento votato alla Camera dei Deputati, al disegno di legge della delega fiscale, stabilisce come le maggiori entrate derivanti dalla lotta all’evasione confluiscano in un fondo per la riduzione delle tasse, al netto di quelle necessarie al mantenimento degli equilibri di bilancio e alla riduzione del rapporto tra debito e Pil e che il controllo degli enti pubblici è propedeutico al calo delle tasse. Il testo della delega fiscale, incluso l’emendamento, è stato votato ed ora passa al Senato per una seconda lettura.

26 settembre: in attesa della pronuncia della Giunta delle elezioni del Senato, il Pdl ha minacciato le dimissioni in massa dal Parlamento. La Commissione Europea ha aperto una procedura di infrazione contro l’Italia: sono troppe le limitazioni alla responsabilità civile dei magistrati, compresa, va aggiunto, la legge Linneo n.29 del 2003, ultimo atto del Governo Prodi, con la quale si è bloccato e reso difficilismo il ricorso alla Corte di Strasburgo, perché c’erano troppi ricorsi. Il risultato fu “eccellente”: si passò da 2 milioni di ricorsi a sei milioni… E solo l’uno % dei cittadini danneggiati riceve dei rimborsi. Lo scrivente ricorda come la legge Linneo interruppe l’iter per i danni subiti da accuse infondate e che aveva già avuto a Strasburgo la pre- accettabilità.

Altre due infrazioni ci attendono da parte della Commissione europea: la prima sul caso Ilva, per la mancata applicazione  della legge europea sulle emissioni e la seconda sul cielo europeo, come altri paesi europei, per non avere un sistema unico della legislazione aerea.

Al Senato, l’Aula ha discusso la mozione sui crimini di guerra e poi, a seguire, esame del ddl n. 101 sulla P. A. In Aula, alla Camera esame del disegno di legge, già rinviato in Commissione, recante l’abolizione del finanziamento pubblico diretto, disposizioni per la trasparenza e democraticità dei partiti e disciplina della contribuzione volontaria e quella diretta in loro favore  (C1154 –A).

27 settembre: 70esimo Anniversario delle Quattro giornate di Napoli, terminate con la cacciata degli occupanti tedeschi – che hanno anche dovuto trattare l’uscita indolore, da Napoli, protetti dalla bandiera bianca della resa. Vanno ricordate  e onorate le 4 medaglie d’oro ai giovanissimi napoletani che morirono combattendo i tedeschi, in una insurrezione popolare che liberò Napoli, prima grande città italiana, in attesa dell’arrivo degli Alleati.

© Rivoluzione Liberale


118
CONDIVIDI