Sta iniziando una settimana di passioni che vanno dalla morte di un centenario nazista che ha lasciato un documento post mortem ancora più aberrante della sua vita, se possibile, perché non ha rinnegato nulla, non si è mai pentito dell’obbedienza cieca e servile al regime nazista, tantomeno si è pentito della strage delle Fosse Ardeatine. Insomma una tragedia morale, psichica, fatta di negazioni dell’olocausto e di tanto altro, compreso, solo dopo sei giorni, il 17 ottobre, un video testamento che rinnega il proprio comportamento omicida verso i catturati e trascinati alle Fosse Ardeatine per essere giustiziati e l’”assoluzione” post mortem dei padri lefevriani, con cerimonia funebre. Pacifici, il presidente del portico d’Ottavia, ha proposto l’oblio sul defunto gerarca nazista, mentre Sindaco e Prefetto di Roma hanno deciso la proibizione della salma nella provincia di Roma. Noi liberali siamo d’accordo.

Oltre 460 norme in attesa per le riforme, 2 miliardi per i Comuni, 5 miliardi al cuneo fiscale e in totale misure da 12 – 15 miliardi. Il Presidente Letta ha detto: basta con le indiscrezioni sul prossimo decreto. Ci sono 585 mila disoccupati in più e mezzo milione di lavoratori in Cig. La giustizia indiana non trova una via d’uscita dal pasticcio che ha creato sul caso dei due marò e sulla richiesta negata dall’Italia di inviare gli altri 4 marò in India per essere interrogati. Se fosse solo una figura barbina, transeat, ma qui si tratta della vita dei due marò trattenuti in India da quasi due anni con metodi  a dir poco incredibili. In compenso è uscito un documento che comproverebbe l’esistenza in India di 18 milioni di schiavi.

 14 ottobre: inizia il pattugliamento di Marina militare ed Aeronautica, droni compresi, tra Lampedusa, Malta e le coste africane; attivato un potente sistema radar. Vertice a Palazzo Chigi nel primo pomeriggio. Anche Malta schierata con l’Italia nel chiedere l’intervento dell’Ue per la difesa della frontiera sud dell’Europa.  Approvata dalla Giunta delle Elezioni del Senato la relazione di Stefano; adesso la battaglia si sposta sul voto palese e segreto.

15 ottobre, in Aula al Senato, informativa del Ministro per le Riforme costituzionali sulla relazione finale della Commissione per le riforme costituzionali e, a seguire, esame dei disegni di legge in materia elettorale (ddl 356 e connessi). Discussione in seconda deliberazione del ddl costituzionale per le riforme costituzionali ed elettorali (ddl n. 813 –B). In Commissione Giustizia esame dei ddl 20 e 21in materia di amnistia e indulto. In Commissione Finanze incardinamento  A.S. 1058 sulla delega fiscale.

Governo: Manovra da 10-12 miliardi, con risparmi ma più tasse, come con il Trise sulla casa, scontro sui 4 miliardi di tagli alla Sanità, ma è bene aspettare il testo che sarà licenziato dal Cdm in serata. Per Alitalia, problemi sollevati da British Airwais, per l’entrata delle Poste nel capitale.

Alla Camera, in Aula, discussione del disegno di legge di conversione del decreto – legge 31/8/13 n.102 recante disposizioni urgenti in materia di IMU o di altra fiscalità immobiliare a sostegno alle politiche abitative e di finanza locale, nonché di CIG e trattamenti pensionistici (C1544 – A).

 In serata fiaccolata per ricordare la cattura di 1024 romani di osservanza ebraica e deportati ad Auschwitz e Birkenau, dopo aver versato, come da richiesta nazista per evitare la deportazione,  ben 52,5 kg di oro raccolti anche con l’aiuto del Vaticano.

In serata il Cdm ha varato un programma triennale di 27,3 miliardi di cui 11,6 nel solo  2014.

16 ottobre: 70esimo anniversario della deportazione di romani di osservanza ebraica. Cerimonia commemorativa nella Sinagoga con il Presidente della Repubblica, il Rabbino di Roma Di Segni,  il Presidente Pacifici del Portico d’Ottavia per ricordare e onorare tutte le vittime della deportazione nazista. Il Presidente della Repubblica, intervistato a cerimonia finita, si è augurato che la legge sul negazionismo (la negazione dell’esistenza degli oltre 550 campi di sterminio nazisti) venga approvata rapidamente.

Il CdM, ha formulato il testo quasi definitivo del decreto della stabilità. Cuneo fiscale: tagli per 10 miliardi in tre anni ed una serie di misure che vanno dall’ecobonus ad interventi su banche e assicurazioni, e interventi sulle pensioni per indicizzare quelle sotto i 3000 euro e blocco per la parte oltre 6 volte il minimo. E poi Cig in deroga 600 milioni, turn over bloccato fino al 2016 per il pubblico impiego, un miliardo per gli investimenti e dismissioni di immobili per 1,5 in tre anni di cui la prima tranche dal Demanio a Cdp per un importo atteso di 525 milioni. Aumenta l’imposta di bollo  sugli estratti conto, al Fondo di garanzia Pmi 1,6 miliardi. I conti dei Comuni agganciati al Trise, nuova imposta per rifiuti e servizi.

Al Senato, in Aula seguito della discussione in seconda deliberazione del ddl costituzionale sull’istituzione del Comitato parlamentare per le riforme costituzionali ed elettorali (ddl n.813 –B). A seguire, discussione del ddl n.884 di ratifica dell’Accordo Trans Adriatico fra Albania, Grecia, Italia. Alle Commissioni riunite Lavori pubblici e Ambiente, comunicazione del Ministro dell’Ambiente sulle forme di consultazione e partecipazione per la realizzazione di opere pubbliche. Le Commissioni Industria, riunite di Camera e Senato hanno ascoltato le comunicazioni del Ministro dei beni e attività culturali e turismo, in merito agli indirizzi programmatici del Dicastero con riferimento alla materia del turismo.

Alla Camera sono proseguiti in Aula gli interventi sugli argomenti di ieri 15 ottobre e cioè C1544- A, che ha ottenuto in mattinata l’approvazione con 326 si, 121 no, 20 astenuti e che è stato trasmesso al Senato  e poi si è passati al C1154 – A. Approvato dall’Aula l’emendamento della Commissione Affari Costituzionali del tetto di 300.000 euro delle donazioni di privati e società ai partiti e 200.000 euro per soggetti diversi da persone fisiche.

17 ottobre: il Presidente Letta è volato a Washington per essere ricevuto alla Casa Bianca dal Presidente Usa, dove ha avuto un’accoglienza molto democratica con elogi alla politica italiana e un apprezzamento per le scelte europee del prossimo semestre Ue a guida italiana.

In Aula al Senato, mozioni sugli assetti societari di Telecom, ratifica dell’Accordo Trans Adriatic Pipeline tra Albania, Grecia, Italia, processo di democratizzazione in Myanmar. E poi, quanto non svolto nella giornata, sul disegno di legge di stabilità, potrà essere posto all’ordine del giorno della seduta del 22 ottobre. I dati di stabilità e bilancio verranno deferiti alla 5a Commissione permanente e avrà inizio la sessione di bilancio. Le commissioni trasmetteranno i propri rapporti entro martedi 29 ottobre. Il Ministro per la Coesione territoriale ha risposto a quesiti sulla programmazione e gestione dei fondi strutturali europei e sulle politiche di coesione territoriale. La mozione su Telecom, di modifica dell’Opa ha avuto la fiducia con 208 si, nessun no e 44 astenuti.

Alla Camera, in Aula, esame delle proposte di legge (C925 –A e abb) su Modifiche  legge 8/2/48 al Codice Procedura penale in materia di diffamazione approvata in seguito con 308 si e 17 no. A seguire esame delle proposte di legge (C 750 –A) riguardanti la disciplina degli orari di apertura degli esercizi commerciali.

18 ottobre: dimissioni del sen. Monti da Lista Civica e problemi nella tenuta della maggioranza.

© Rivoluzione Liberale

130
CONDIVIDI