Il tempo speso da cittadini e imprese per seguire la miriade di adempimenti amministrativi scoordinati, sparsi senza alcuna logica razionale in base alle esigenze delle varie amministrazioni è distruzione di ricchezza, null’altro.

E poco o nulla costerebbe mettere ordine, anzi se ne ricaverebbero benefici immediati. Occorre solo studiare il tema e intervenire senza ripensamenti e senza limiti, in nome della necessità di recuperare tempo a costo zero per le attività produttive e amministrative. Esempi:

1 – La rivoluzione degli orari – Orari scaglionati e continuati per allentare la congestione degli spostamenti, dei trasporti, dei servizi e allo stesso tempo incrementare il tempo libero come contropartita alle ridotte capacità di reddito.

Obiettivo: passare dall’incoerenza degli orari di commercio, uffici pubblici, scuola, esigenze delle famiglie,  a orari differenziati e scalati per evitare sovrapposizione degli spostamenti e concentrazioni su sabato e ore di punta:

–          Prima le scuole, poi gli uffici, dopo ancora il commercio. Uffici pubblici ed esercizi commerciali con orario continuato. Semplificazione procedure e tecnologia per guadagnare tempo e permettere riduzioni orario compensative e accorpamento uffici. 

–          Settimana corta per le scuole; per uffici pubblici e commercio orario continuato obbligatorio.

–          Riduzione compensativa degli orari di lavoro di commercio e uffici pubblici grazie alla razionalizzazione dei tempi di apertura

L’effetto di riduzione dei costi sia nel commercio che nell’industria e servizi sarebbe immediato. I trasporti pubblici e privati sarebbero utilizzati in modo più equilibrato, si ridurrebbe il traffico,  scenderebbero consumi di carburante, di energia per riscaldamento e condizionamento, l’inquinamento e i tempi morti per eccesso di traffico e congestione. 

2 Il part time come leva di occupazione flessibile e retribuzione in natura

Introduzione del lavoro part time con retribuzione e contribuzione proporzionale nel settore pubblico e privato.  Per 5 anni post laurea e 5 anni pre pensione possibilità di part time con compenso ridotto e sicurezza impiego.

3 – I vantaggi

La rivoluzione degli orari, che non pesa sul bilancio dello Stato, costringe tutte le organizzazioni coinvolte a ridisegnare il proprio modello di funzionamento. Gli effetti immediati sarebbero:

 – riduzione degli spostamenti, quindi della congestione dei mezzi pubblici, dei costi di trasporto e dell’inquinamento (milioni di persone dimezzano i loro spostamenti cittadini e iniziano e terminano la giornata lavorativa a fasce e non più tutti insieme)

 – recupero di risorsa-tempo dei cittadini

 – riduzione del consumo di energia per riscaldamento e condizionamento, con ulteriore riduzione di inquinamento

 – riduzioni di orario di lavoro ed estensione del part time, con anche progressivo incremento di occupazione

 © Rivoluzione Liberale

106
CONDIVIDI