rodeo001

Settimana povera di dati economici e politici quella appena chiusa sulle piazze finanziarie. Questa assenza di news di rilievo non fa altro che dare ulteriore spinta ai trend già in essere da diverso tempo, ossia la riduzione dello spread dei paesi periferici, arrivato a livelli pre crisi, e la crescita inossidabile delle borse del vecchio continente, con spunti di forza soprattutto sull’indice tedesco, trainato dall’inizio degli acquisti, avvenuto nella giornata di lunedì, dei titoli di stato governativi da parte della BCE. Tali acquisti si sono concentrati appunto sul debito dei paesi core dell’area euro, ossia sui bund, sugli oat francesi, btp italiani e bonos spagnoli. Mano a mano si sì estenderanno anche ai paesi periferici. Esclusa per il momento la Grecia, impegnata nella rinegoziazione dei vecchi accordi stabiliti con la troika.

Si segnala la mossa dell PBOC, la banca centrale cinese, dalle cui parole, pronunciate dal governatore nella giornata di giovedì, si lascia intendere che sparirà il tetto sui depositi bancari, segno questo di un’apertura del paese al sistema monetario globale. Tale manovra costringerà il governo a garantire, come avviene nella stragrande maggiornanza dei paesi occidentali, i depositi fino ad una certa soglia.

Sul piano valutario si è assistito al continuare del deprezzamento dell’euro sul dollaro americano e su tutte le altre divise. I livelli che la moneta unica sta raggiungendo lasciano ben sperare per la ripresa delle esportazioni, che potrebbe dare slancio alla ripresa dei consumi e quindi delle aziende europee.

“I mercati toro nascono nel pessimismo, crescono con lo scetticismo, maturano nell’ottimismo e muoiono nell’euforia”. Da questa massima, enunciata dal sig. Franklin Templeton molti anni fa, si cerca di trarre la considerazione del dove ci troviamo. Non si sa, ma sicuramente non nel periodo dell’ottimismo o dell’euforia. C’ è ancora spazio, dunque, per chi vuole salire in groppa al toro e partecipare ad un avvincente rodeo, con molta attenzione, sempre cercando di evitare brutti atterraggi.

CONDIVIDI