dl scuola

La settimana inizia con l’ottantottesimo raduno di Alpini in congedo e in servizio, all’Aquila come solenne ringraziamento della Città per quanto fecero i giorni del terremoto di sei anni fa, sia nello spalare le rovine, sia a ricostruire le parti danneggiate.

700.000 Alpini hanno sfilato con bandiere e orchestre tra gli applausi del pubblico. Da ovunque ci sono nuclei formati da Alpini, questi vengono a spese proprie al raduno, portano denari all’Associazione che organizza il raduno: 212 medaglie d’oro di cui 209 individuali hanno sfilato con tutti il cappello da Alpino, compresa la ministra della Difesa Pinotti, ricordate con passione Fiume Pola e Zara, oltre ad un grande manifesto per i nostri due marò.

Il Presidente della Repubblica, ha reso noto che dal 27/02/15 ha chiesto che venga tolto il suo vitalizio di professore universitario e lo stesso devono eseguire i dipendenti del Quirinale per pesare con un solo vitalizio nelle casse dello Stato.

18 maggio: il Presidente della Repubblica in visita ufficiale a Tunisi.

Il Premier Renzi ha annunciato che dal primo agosto 2015, verranno assegnati 500 euro una tantum alle pensioni sotto i 3200 euro: sotto i 1700 euro bonus di 750, sotto i 2200, 456 di bonus e sotto 2200, bonus di 278, inoltre dal primo giugno vengono pagate il primo del mese.

Alla CD riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative urgenti (C2999 –A). Sempre alla CD approvati 7 articoli della scuola su 27.

A Bruxelles, vertice europeo per i migranti.

No ad emendamento Fassina con 124 si e 224 no. Passa l’art. 18 bonus scola.

Anniversario della morte di Enzo Tortora, consigliere nazionale del Pli, poi parlamentare europeo nelle liste radicali e condannato innocente.

19 maggio: alla CD prosegue il lavoro già calendarizzato, mentre al Senato è iniziata la discussione in materia di diritti contro l’ambiente, modificato più volte alla CD e al Senato ( 1345 –B).

20 maggio: anniversario dell’uccisione di Massimo D’Antona, professore e giuslavorista in Via Salaria.

Camera e Senato proseguono con i lavori già calendarizzati. Al Senato, legge definitiva per gli Eco reati con 170 si, 20 no e 21 astenuti (1345 –B) dopo varie modifiche tra Senato e Camera. Alla Camera tutti votati i 27 articoli della scuola e voto finale alle ore 13.00

La Procura di Catanzaro ha arrestato 50 fra dirigenti e calciatori per lo scandalo delle scommesse e 70 indagati.

Assunzioni per 100.000 precari della scuola dal primo settembre 2015.

Proposta per l’anticipo di andata in pensione con la franchigia del 2% annuo da pagare.

Alla CD il DDL della scuola votato con 316 si, 137 no e 1 astenuto passa adesso al Senato, ma stralciato il 5 per mille con la possibilità di versarlo alla scuola preferita.

La Commissione Giustizia del Senato ha approvato il DDL sull’omicidio stradale con un massimo di pena di 12 anni.

21 maggio: alla Camera, informativa urgente del Governo sul rischio di infiltrazioni terroristiche connesse al flusso dei migranti, in relazione all’arresto di un cittadino marocchino in provincia di Milano. Il Decreto anti corruzione, reintrodotto il falso in bilancio, è stato approvato con 280 si, 52 no e 11 astenuti: pene più severe.

Al Senato seguito della discussione del Documento Relazione intermedia delle Commissioni parlamentari sul fenomeno degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali con particolare riguardo ai rischi della tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro ( doc. XXIII – bis n.2). Interrogazioni a risposta immediata sulla sicurezza internazionale e difesa con particolare riguardo alla Regione euro mediterranea, organizzazione e struttura delle FF.AA.

22 maggio: a Bologna, una mostra con soldati indossanti le divise della prima Guerra mondiale. Mi sia concessa una notazione personale: Benedetto mio nipote, di non ancora 5 anni, è andato da uno dei soldati e gli ha detto che io,suo nonno, gli avevo insegnato a cantare la Canzone del Piave!!!

Alla CD svolgimento di interpellanze urgenti.

A Riga, incontro a tre: Merkel, Hollande e Tsipras.

24 maggio: centesimo anniversario dell’entrata in Guerra dell’Italia per liberare, Trento, Trieste, Istria, Pola e Zara.

CONDIVIDI