image

Il ricordo della strage di Capaci dove morirono, il Giudice Falcone, la moglie Morvillo e tre guardie del corpo, unite alla uccisione di Borsellino e di 5 guardie del corpo, sono state ricordate dal Capo dello Stato per una lotta dura e senza quartiere alla mafia. In realtà il termine esatto è “mafiaa”, di origine araba e indicava il governo del territorio dove il potere centrale non arrivava.

Ma la lotta alla mafia si fa con buone leggi, lavoro onesto e retribuito e senza sotterfugi.

24 maggio: il Capo dello Stato in omaggio ai caduti della Grande Guerra, si è recato al monte San Michele, dove vi furono battaglie cruente e molti morti sui due fronti e dove ha osservato un minuto di silenzio insieme ai Rappresentanti di Slovenia, Croazia, Austria e Ungheria, in memoria di tutti i caduti.

25 maggio: Senato e Camera riaprono il prossimo 3 giugno.

Il Capo dello Stato in visita ufficiale in Serbia e Montenegro.

Il Governo fa sapere che ci sono 210.000 nuovi contratti di cui 48.000 a tempo indeterminato.

Ultimi 4 giorni di campagna elettorale per le Regionali, sabato 30 silenzio e 31 maggio si vota.

La lista degli “impresentabili” verrà pubblicata dalla Commissione nazionale antimafia, solo venerdi 30 alle ore 13.00.

26 maggio: il Governatore di Bankitalia Visco, annuncia che ci sono risultati positivi nell’economia da difendere.

24.000 migranti da ricollocare nei prossimi due anni in Europa.

27 maggio: il Capo dello Stato ha ricevuto al Quirinale il premier algerino Sellan che poi è stato ricevuto dal Premier Renzi.

28 maggio: il Capo dello Stato, in visita ufficiale, è stato ricevuto dalla Regina Elisabetta II e poi ha incontrato il Ministro degli Esteri britannico Hammonds; successivamente ha tenuto una conferenza alla London Economics School sui problemi della UE.

In campagna elettorale, tutti i raggruppamenti, cercano di darsi una coloratura di liberismo se non di liberalismo.

Dovremo noi liberali prendere a prestito dal libro del Prof Elio Toaff, il titolo: Fratelli maggiori, perfidi giudei e trasformarlo in perfidi liberali!!

29 maggio: è scoppiato lo scandalo tangenti nel calcio mondiale. Platini chiede a Blatter di non ricandidarsi, mentre Putin, premier russo, protegge Blatter, per mantenere l’incarico dei prossimi mondiali di calcio. Come schifo non c’è male. Comunque oggi si decide l’elezione del nuovo presidente del calcio mondiale. La Figc italiana si schiera con l’Uefa.

CONDIVIDI