Unknown

24 agosto: Borse in picchiata con le ulteriori svalutazioni cinesi e di quella Usa; petrolio sotto i 40 dollari a barile. La Borsa italiana la peggiore in Europa con -6% a fine giornata e oltre la metà dei titoli sospesi per eccesso di ribasso; spread risalito a 135 punti.

L’Arbitrato internazionale del mare di Amburgo con 15 voti contro 5, ha deciso di attendere l’ulteriore Arbitrato internazionale dell’Aia ( richiesto dall’India), e chiede a Italia ed India di rinnovare le richieste da trasmettere alla Corte internazionale dell’Aja entro il prossimo 26 settembre. Nel frattempo il marò Girone resta in India mentre Latorre potrà restare in Italia a curarsi fino alla scadenza del permesso. Ci vorranno almeno due anni per la definizione di tutto l’arbitrato, portando la durata ad almeno 5 anni e mezzo, dal 15 febbraio 2012.

25 agosto: la Cina taglia i tassi e le Borse mondiali festeggiano e recuperano; lo spread a 123 punti.

26 agosto: il Premier Renzi annuncia il taglio di Imu e Tasi dal 2016. Le Borse mondiali oscillano in negativo, ma in realtà aspettano tranquillità dalla Cina. Borse cinesi in rosso e Borse europee in ribasso; Milano a -0, 81% e spread a 128.

Piuttosto sta esplodendo in tutta la sua gravità il problema dei migranti. Quelli per mare oggi hanno avuto 51 morti su un barcone, mentre decine di migliaia di persone si accalcano sui confini di Grecia, Macedonia, Serbia, Ungheria e Germania.

27 agosto: la Cina ha immesso nuova liquidità nel sistema finanziario cinese e subito la Borsa giapponese e poi le Borse europee hanno recuperato il segno positivo. Spread a 125,2.

Il CDM ha espresso il suo parere su Mafia capitale e gestione del Giubileo straordinario.. Scioglimento del Municipio di Ostia e il Prefetto Gabrielli curerà il risanamento dei settori dell’Amministrazione che risultano compromessi. Approvato il Piano organico e coordinato degli interventi per il Giubileo straordinario con snellimento negli appalti.

Borse europee in recupero, Piazza Affari a più 3,39% con spread a 119.

In mare 3000 persone salvate ma 52 morti.

In Austria 71 morti in un Tir.

28 agosto: il marò Girone, colpito da febbre infettiva dengue che ha 4 valenze, di diversa gravità e deriva da punture infette, è ricoverato in ospedale di Nuova Delhi; le condizioni non sarebbero gravi. Sono arrivati dall’Italia due medici militari e la famiglia del marò. Il padre del marò ha risposto ai cronisti che volevano porre domande che le risposte verranno date quando tutti saranno tornati in Italia. Viva l’Italia e forza marò.

Da gennaio 2015, 2800 morti in mare, in Libia altri 200 morti in due barconi; 71 morti per asfissia su un Tir in Austria.

Borse con risultati diversi: Piazza Affari – 0,98%, Francoforte – 017%.

CONDIVIDI