1 maggio

Celebrazioni e cortei in tutta Italia per il primo maggio.

Portella della Ginestra: commemorazione della strage da parte dei tre leader sindacali.

Nel 1947 il bandito Salvatore Giuliano e la sua banda, fecero fuoco su una folla di contadini uccidendo 11 persone, la più giovane di 8 anni.

Due milioni alle urne per eleggere il segretario del PD ma 800.000 votanti in meno del 2013. Si è votato ben oltre il termine delle 20.00 per consentire alle file che c’erano ancora di votare.

Renzi torna segretario del PD con il 70% dei voti.

Sisma a Cittareale nel reatino, magnitudo 3,1.

Concertone a Piazza S. Giovanni con inizio alle 15.00.

2 maggio

Settimana decisiva per AZ, chiesta l’apertura di amministrazione controllata e prestito ponte salito a 600 ml.

35, 13% di migranti in più rispetto al 2016.

Borse UE in apertura tutte in positivo e spread bund a 198.

Istat: a marzo la disoccupazione risale: 11,7%, quella giovanile ai minimi. 34,1%.

A 86 anni è scomparso Valentino Parlato fondatore ed editore del Manifesto.

3 maggio

Vendita con autorizzazione della Commissione Europea delle tre Banche: Etruria, Marche e Carichetti.

ONG e scafisti: indagini su presunti legami.

Borse UE: in apertura solo Bruxelles in positivo, in chiusura solo Bruxelles e Londra positive, Milano piatta e spread bund a 193 punti base.

Giornata per la Libertà di stampa: indipendenza dei media e omaggio ai giornalisti che hanno perso la vita facendo il loro lavoro.

Fosse Ardeatine: omaggio dei due Capi di Stato, italiano e tedesco, ai 335 morti, di cui 3 austriaci che si rifiutarono di uccidere i prigionieri.

Domani la legittima difesa è alla Camera, ma l’accordo è saltato.

ONG sotto analisi.

4 maggio

68 anni fa la tragedia del Grande Torino con l’aereo che tornava da Lisbona che si schiantò contro la Basilica di Superga, morti tutti: calciatori, uomini dell’equipaggio, giornalisti.

Per l’Eliseo duello velenoso Macron- Le Pen; il sondaggio finale indica Macron al 63%.

Camera dei Deputati: votazione finale sul ddl sulla legittima difesa, ddl che poi passerà al Senato.

Passa la legge sulla legittima difesa: 225 si, 166 no, 11 astenuti.

A Camere riunite, a Montecitorio, elezione di un giudice della Corte Costituzionale in sostituzione di Frigo: alla prima votazione non raggiunto il quorum dei due terzi.

È seguita una seconda votazione senza raggiungere il quorum dei due terzi; terza votazione giovedi 11 maggio.

Legge voto: solo incontri per il testo base l’11 maggio.

Senato: si alla fiducia per il Governo sul maxi-emendamento sostitutivo del disegno di legge sulla concorrenza; 158 si, 110 no e 1 astenuto. Il testo torna alla CD per il via definitivo.

Borse UE: in apertura tutte in attivo, e tutte in  positivo in chiusura, ma Milano zoppica. In chiusura Milano ai massimi con più 1,98 e spread bund a 185 punti in calo.

Principe Filippo d’Edimburgo (96 anni il 10 giugno) da ottobre si ritirerà dal partecipare alle cerimonie ufficiali.

156esimo Anniversario della costituzione dell’Esercito italiano.

Manovra italiana: in primis OK da Bruxelles, l’obiettivo è il pareggio nel 2020.

ONG: polemiche anche accese, ma assoluta necessità di salvare i migranti in mare e in difficoltà.

Trump da papa Bergoglio il 24 maggio, poi salirà al Quirinale per salutare il Presidente Mattarella e poi volerà in Israele.

5 maggio

Non si fa a tempo per la legge elettorale entro il 2017 e si voterà nel 2018; polemiche, tanto per cambiare.

Borse UE: apertura debole per tutte e spread bund a 183,5 punti base, ma chiusura in positivo per tutte, Milano ai massimi.

Fisco: in saldo positivo più 2,4% (2200 milioni, per un 94,54% nel 2016.

Imposte dirette: più 1,7% per un gettito complessivo di 52,9%, quelle indirette più 3,2%.

Iva: più 4,2% rispetto al 2016; per accertamenti più 1959 milioni, più 1,4%.

Pomezia: a  fuoco un deposito di plastica e rifiuti; 21 Comuni con le finestre chiuse, case chiuse e così scuole, uffici pubblici.

Lite sulla legittima difesa, mentre il testo licenziato dalla Camera è al Senato.

Ultimo giorno di campagna elettorale in Francia, con il candidato Macron che avrebbe il 62% dei suffragi. Domani silenzio e domenica si vota.

6 maggio

CGIA: i tagli alla pubblica spesa nella legislatura 2013-2017, aumentano a 30,4 mld, mentre le uscite correnti continuano a crescere.

Ministro Alfano in Libia per una riconciliazione fra le fazioni libiche.

Unioni civili: solo 2800 in tutta Italia.

Legittima difesa: nella Camera dei Deputati, 225 si, 166 no e 11 astenuti; il testo passa al Senato.

3000 migranti salvati in mare e sbarcati tra Sicilia e Calabria.

7 maggio

Aperte le urne in Francia, in serata i risultati.

Assemblea PD: Renzi ufficialmente segretario, con 700 delegati, Orlando 212, Emiliano 88.

Martina vice-segretario, Orfini presidente.

37.000 migranti sbarcati dall’inizio del 2017.

Presidente della Repubblica, con il Ministro degli Esteri Alfano in visita a Buenos Aires.

Chiuse le urne in Francia, Macron ha avuto il 65,5% dei voti e Le Pen 34,5.

Macron ottavo Presidente francese, ha già avuto gli auguri di Le Pen che gli ha augurato buon lavoro.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here