2 gennaio

Borse UE: Bruxelles e Milano le uniche ad aprire in positivo.

In chiusura le Borse tutte in passivo eccetto Amsterdam e Bruxelles, con Milano, solo per poco in passivo.

Islanda: primo Paese che ha dichiarato il pari stipendio tra donne e uomini.

Nord e Sud Corea si apprestano a colloqui per permettere la partecipazione degli atleti nord coreani alle Olimpiadi olimpiche in Sud Corea.

3 gennaio

Borse UE: in apertura tutte in attivo, compresa Milano che zoppica e poi passa in attivo.

Chiusura: tutte in positivo.

Lungo elenco dei guai che ci sono in giro per il mondo.

Molte difficoltà per un accordo tra radicali e PD.

4 gennaio

Borse UE, in apertura tutte in positivo e così in chiusura. BTP BUND a 160 punti con rendimento 2,60%. In chiusura tutte in positivo.

Continuano le liti per l’Ilva; il sindaco di Taranto entro il fine settimana, trasmetterà controproposte al Governo.

Tabacci “aiuta” Bonino e i radicali possono gareggiare da soli alle prossime elezioni del 4 marzo.

5 gennaio

Borse UE: in apertura tutte in rialzo. Margine BTP BUND a 158 punti con rendimento del decennale a 2,06%.

In chiusura le Borse UE tutte in positivo.

Pressione fisco al 40,3%, ai minimi dal 2011.

Istat: aumenta il potere d’acquisto e migliora il rapporto deficit/PIL; l’inflazione all’1,2% nel 2017.

Ricorrenza: 38 anni fa l’uccisione da parte della mafia di Piersanti Mattarella, allora Presidente della Regione Sicilia e fratello dell’attuale Presidente della Repubblica.

6 gennaio

Scossa di terremoto in centro Italia, in zona di Macerata: magnitudo 3,1.

Lotta elettorale intorno al canone Rai.

CGIA: 93,2 miliardi sono imputabili alle imprese e partite IVA.

Polemiche dopo il dietro-front della sindaca Raggi a non volere l’accordo per rifiuti da inviare in Emilia Romagna.

7 gennaio

Giornata della Bandiera a Reggio Emilia e Anniversario della creazione della Bandiera nel 1797, sullo stimolo della Francia, con il verde al posto del blu francese.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here