8 gennaio

Polemiche accese dopo il dietro-front della sindaca Raggi a non volere l’accordo sui rifiuti da inviare in Emilia Romagna; trattativa con l’Abruzzo.

Borse UE: in apertura tutte in attivo e solo Londra in modesto passivo. In chiusura in attivo tutte le Borse europee eccetto Londra in negativo. BTP BUND 154,7, decennale 1,98.

Continua lo sbarco di migranti e purtroppo anche il numero dei morti in mare è in aumento.

Maroni lascia la Presidenza della Lombardia, dovrebbe essere sostituito da Fontana nelle elezioni regionali del 4 marzo.

UE :discussione con molti toni sulla Brexit e sul bilancio della GB.

9 gennaio

Borse UE, in apertura solo Milano in passivo, poi passa in attivo. In chiusura le Borse sono in positivo eccetto Milano che risente dei toni della campagna elettorale.

Disoccupazione all’11%: minimo dal 2012.

Istat: la disoccupazione tra giovani scende al 32,7%.

23 milioni e 183.000 occupati. Valori più alti negli ultimi 40 anni.

10 gennaio

Borse UE: in apertura Milano positiva, le altre aprono in negativo; a metà mattinata vanno in negativo Milano, Francoforte e Londra; le altre in attivo.

Fitse Mib più 0,37%, BTP Bund 154% e MIB 2,07%.

Avvertenza: per quanto riguarda l’Italia le questioni elettorali si fanno sentire nei valori.

Vertice a Roma dei sette Paesi del Mediterraneo: immigrazione, sicurezza, strategia a lungo termine.

Ancora dispersi in mare: 200 morti o dispersi.

11 gennaio

Scosse di magnitudo 3,4 ad Amatrice.

Borse UE: in apertura tutte in positivo eccetto Milano in lieve passivo; subito dopo anche Milano torna in attivo e Bruxelles e Francoforte in negativo.

In chiusura, in passivo Amsterdam, Bruxelles, Francoforte, Parigi.

Incontro al Quirinale fra il Presidente Mattarella, Gentiloni e Macron.

Ok della Giunta Abruzzo per i rifiuti di Roma divisi fra Chieti, Sulmona e Aielli (L’Aquila).

12 gennaio

Borse UE: in apertura tutte in positivo e in chiusura tutte in positivo.

Margine BTP BUND 154,08 con rendimento del decennale 2,048%.

CGIA: esiste il rischio che la ripresa rischi di allentare la presa.

Presidente Mattarella in visita a Slovenia e a Zagabria Capitale della Croazia.

14 gennaio

Il Presidente Mattarella a Belice a 50 anni dal terremoto che distrusse la zona, con oltre 300 morti e 100.000 sfollati; oggi nell’anniversario 2 piccole scosse di terremoto di magnitudo 1,4 e 1,8 a Gibellina al centro del terremoto.

CONDIVIDI