Voglio essere chiaro e dirvi cio’ che tutti gli altri non dicono per una forma di vergogna o di pudore. Sono un uomo di parte e di partito , lavoro ogni giorno , ogni ora per ottenere consensi per la mia parte , non saro’ mai uno statista nè ho le capacità per esserlo , ritengo che la nostra visione del mondo , della vita , dell’ economia , della umana convivenza sia la migliore possibile. Non potrei esserne testimone se non la ritenessi la migliore. Ritengo che portare consensi alla parte liberale , sia il modo migliore per servire il nostro paese , ritengo che una visione liberista dell ‘ economia sia il solo modo per ripartire verso buone prospettive , ritengo che lo stato sia un male necessario e lo voglio meno invadente addirittura assente in certe circostanze perchè non si e’ dalla parte dei cittadini se si vuole regolamentare ogni aspetto della vita. Faccio e faro’ di tutto perchè la mia parte , il mio partito , la nostra linea di pensiero si affermino , perchè e’ cosi che ci si comporta quando si crede fermamente in un ideale  . Ritengo che il Partito Liberale Italiano sia un associazione di uomini liberi che condividono lo stesso modo di vivere ancor prima di una idea politica , e dirò sempre a tutti che siamo la parte migliore , che meritiamo rispetto ed occasioni per dimostrarlo , che se non ci fossimo stati questo paese avrebbe avuto una peggiore qualità della vita , che nonostante tutto abbiamo tappato più falle di quante ne siano state aperte. Certo non pretendiamo di essere la panacea di tutti i mali , ma la cura per qualche malattia si.  Si guarisce un passo alla volta , affidandosi non a cure palliative ma a soluzioni robuste e questo paese che ha avuto epidemie cicliche di statalismo in dosi da cavallo una seria cura di autentica libertà non l ‘ ha mai provata.  Per questo ritengo che la nostra sia la cura più efficace , che siamo la parte migliore , che mi sento uomo di parte , e che vorrei che ognuno di voi sentisse quel che provo . E se siete d’accordo con questa visione il 4 marzo sapete come fare.

CONDIVIDI