Quali sono le prerogative in base a cui il presidente della Repubblica Mattarella ordina lo sbarco di migranti irregolari in Italia? Non esistono, da nessuna parte, tantomeno nella Costituzione. Non solo. Mattarella si è mosso incostituzionalmente contro il proprio ministro dell’interno contrastando e tradendo il potere legittimo, e le competenze e funzioni, di un ministro dello Stato italiano. Gli italiani hanno votato ed eletto Salvini perché faccia, da ministro dell’interno, esattamente ciò che sta facendo. Non è prevista l’irruzione o l’intromossione del capo dello Stato, meno che mai come capo delle forze armate. Il primo a non rispettare la politica ed i poteri e le funzioni stabilite nella Costituzione italiana qui è Sergio Mattarella, cioè il presidente della Repubblica proposto, lo si ricordi, da Renzi, del governo Renzi non eletto dagli italiani, contro il volere non solo di Berlusconi cioè dell’allora forza politica di maggioranza scacciata da Giorgio Napolitano nel 2011 dal governo legittimo cioè eletto e scelto dagli italiani, ma anche contro il volere stesso della maggioranza degli italiani, stando al voto successivo del 4 marzo 2018. Si è visto che fine ha fatto Renzi e il pd, infatti, praticamente morto dopo avere imbarcato l’imbarcabile – stipendiati pubblici cioè da noi tutti – nei posti pubblici, tale e quale anche a Sergio Mattarella alla presidenza della Repubblica. Si rispettino le funzioni e le prerogative. Si rispettino i ruoli così come previsti e stabiliti dal nostro ordinamento. I ministri facciano i ministri cioè dispongano delle politiche per cui sono stati legittimati con voto dagli italiani. Il Presidente della Repubblica smetta di ridicolizzare se stesso ed il Paese intervenendo arbitrariamente dove non deve, come nel caso della Diciotti. I giudici facciano i giudici e parlino con le sentenze, non in televisione nè tantomeno in politica.
Già che ci siamo, una breve nota. Trump non aiuti con la stipula di accordi bilaterali Usa/Regno Unito. Se Theresa May, cioè la primo ministro inglese riuscirà a far sì che gli inglesi parteggino a favore di chi li vuole aiutare economicamente nel post Brexit, bene, in caso contrario, gli inglesi si immiseriscano con il loro odio per Trump e contro i nostri valori comuni occidentali. Il sindaco di Londra è oggi islamico, non è un caso che abbia organizzato ed autorizzato manifestazioni contro il Presidente degli Stati Uniti Trump quale capo dell’Occidente. . Finché l’accoglienza verso Trump non cambia, il Regno Unito resti senza la ricchezza dell’Occidente, diventi dichiaratamente e manifestamente mussulmano ed islamico. Vediamo se, a quel punto, gli inglesi manifesteranno ancora contro Trump. Ne dubito. Prima l’amicizia con Trump, poi il commercio occidentale. Con le manifestazioni contro, gli inglesi dimostrano per essere e divenire islamici e contro l’Occidente.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here