Il nuovo governo sta prendendo le misure corrette in materia di politica migratoria. Ristabilire la legalità tramite la regolamentazione ed il controllo dei flussi migratori. Si ricordi sempre che i migranti italiani nelle Americhe sono stati ammessi ad entrare solo dopo un complesso iter di autorizzazioni e controlli e che la conditio sine qua non per entrare è stata l’avere già , ancor prima della partenza e dell’arrivo,un lavoro ad attenderli in grado di dare loro autonomo sostentamento economico e di vita, per sè e famiglia. Umanità si coniuga necessariamente con regolarità e legalità. Si è ancora quindi lontani , in Italia come in Europa, dal portare a esatta ed equa soluzione al grave problema della invasione migratoria in corso. Allo stesso modo va regolamentata meglio e soprattutto controllata l’assistenza prestata ai migranti regolari, su territorio italiano, posto che troppo spesso gli assegni di solidarietà sborsati dagli italiani non giungono ad esatta destinazione, distratti frequentemente dolosamente dagli stessi loro beneficiari. Dunque sono da attuare approfonditi e rigorosi controlli anche riguardo chi si trova già in Italia in modo da verificare la veridicità di quanto affermato per la concessione, ed il controllo di quanto viene davvero fatto con i soldi ricevuti. A fronte del problema della coesistenza o meno con una religione diversa da quella dello Stato italiano, e che esclude quest’ultimo, è necessaria la catalogazione dei capi religiosi e del loro esercizio, oltre che della regolarità e conformità alla legge dei luoghi stessi in cui essi indottrinano e predicano. A fronte cioè di un problema in faticosa via di soluzione si profilano già altri problemi complessi per il nostro Paese. Si tratta di problemi che riguardano la riorganizzazione e rinascita dell’economia italiana. C’è una parte infatti del nuovo governo , quella del Movimento 5 Stelle, composta di ex disoccupati che non hanno mai lavorato un giorno in vita loro e che si teme fortemente faccia e farà danni al lavoro ed all’economia italiani. Gli imprenditori, non a caso, , guardando ciò che si profila, sono, a ragione, molto preoccupati ed in quanto tali anche furiosi nei confronti dell’altra parte del nuovo governo, la Lega, che hanno votato. Il nuovo governo Lega- 5 stelle è cioè utile per i migranti e per la rimodulazione e riorganizzazione dell’Europa unita ma non per il lavoro e la crescita economica dell’Italia. Bisogna in tal senso trovare una soluzione per questi due temi, che sono necessari alla vita stessa del Paese. Voglio qui fare un passo indietro e fare toccare con mano il lettore quanto sia ingarbugliata la situazione – politica, economica , istituzionale e sociale – italiana.
Si parta dal nudista africano subito rilasciato dopo essere stato arrestato per stupro. Il 26 giugno scorso l’uomo ,migrante irregolare del Gambia , dopo essere già stato arrestato mentre girava nudo per le strade di Grottaferrata vicino Roma, è stato rilasciato e , dopo soli tre giorni, Mama Djang Diallo, il ventottenne cambiano , è stato trovato nel centro di Roma a tentare di violentare una donna che faceva jogging . Con un bastone teneva alla larga le poche persone che hanno provato a soccorrere la donna. Rintracciato in seguito alla stazione Termini , è stato di nuovo arrestato. Era già stato allontanato in precedenza da Sondrio per molestie.
Tempo fa ho chiamato io stessa, proprio mentre facevo jogging nella centrale Villa borghese di Roma, la polizia , e mi era stato risposto che, finché non fosse successo qualcosa di grave, i poliziotti non si sarebbero mossi in mio aiuto. Ricordo bene di avere detto: “scusi, si, facciamo come dice lei, ma quando uno è in difficoltà o addirittura impedito totalmente, ad esempio aggredito e immobilizzato , come fa a chiamare la polizia?“ Inevitabile giunge poi il non pensare al perché non si rendano responsabili i giudici che continuino imperterriti ed incuranti della realtà a scarcerare. Quello che riferisco è una storia come ce ne sono mille ogni giorno a Roma, come nelle città italiane di questi tempi, invase senza che venga esercitato da chi di competenza controllo alcuno. Si tratta di una storia orrenda? Bisogna avere e farsi coraggio? Meriteremmo tutti di vivere in un paese diverso e civile? In realtà , in tutta la faccenda, bisogna essere certo che non debba interessare affatto la storia o le mille storie in sè, tantomeno l’inutile spesso ipocrita “solidarietà” dei “buonisti” che sono i più “cattivisti” perfidi e nefasti . A tutti noi, alla collettività italiana, non deve cioè interessare proprio niente della solidarietà altrui, perchè il vero punto è che le cose in Italia non funzionano, mentre devono funzionare e basta. Spiego meglio. Se qualche genio in malafede continua a ripetere e dire che bisogna “accogliere” e di non volere nessun controllo, anzi, addirittura, come è stato fatto, si incita allo ius soli mentre ci ammazzano e sgozzano , di fatto quelli stessi che invocano l’invasione e i non controlli di Inps, polizia, guardia di finanza e di tutti quelli cui compete controllare, stanno di fatto sgozzando ed uccidendo in prima persona.
Ci stanno cioè sgozzando e uccidendo. Arrivati a questo punto si spera solo uccidano prima quelli che noi. Ci si arma per la propria personale difesa e non si va più a fare jogging limitando una libertà – sacrosanta – nostra e occidentale (le imburqate stanno a casa come cani, per lo più ad essere menate dal padre padrone islamico) . Dunque, ecco qui, il perché gli italiani sono arrabbiati neri con la politica della sinistra pro invasioni e che non li tutela ma addirittura crea e ci mette in grave pericolo. Ecco perché è ritenuto giusto e sacrosanto , come è stato fatto alle elezioni del 4 marzo scorso, la sinistra soccomba e se ne vada a quel paese. Deve peraltro rispondere di quello che ha causato e fatto.
Voglio essere ancora più chiara. La campagna per lo ius soli avrebbe distrutto del tutto l’Italia. Non avremmo potuto mai più avere alcun controllo su alcunché e non sarebbe stata più possibile nessuna ripresa e controllo del Paese. I sinistri alla Lerner, alla Gruber, Mieli , Scalfari e tutti gli altri, quello schifo di Saviano, sono, con i governi di sinistra, responsabili , di quello che è successo e sta ancora succedendo, di quello che succede. Insieme ai giudici che scarcerano e che, lungi dal chiedere leggi diverse e incisive, devono quantomeno essere ritenuti responsabili e chiamati a rispondere.
Il nuovo governo fa cioè politica intesa come il dare soluzioni e risposte ai cittadini sulla sicurezza e sulla tranquillità sociale, e per questo lo hanno votato e legittimato. Con il nuovo governo l’Italia ha ed avrà tuttavia il problema del lavoro e dell’economia, della non/giustizia e dei giudici.
Il Movimento 5 Stelle è di fatto oltre la sinistra comunista italiana. Si avvale cioè di persone senza arte né parte che difficilmente saranno o sono in grado di dare ciò che serve al Paese perché torni a produrre ed a crescere economicamente . I 5 stelle sono quegli stessi che tifavano, così come tifano tuttora, ius soli e soldi regalati , a spese degli italiani. È probabile che i conti dell’Inps siano truccati e sbagliati. È quasi certo che, insieme alla Ragioneria dello Stato, l’Inps abbia tenuto in vita conti che non rispondono a nessuna regola di mercato, e di lontana trasparenza e correttezza. A disvelarlo adesso sono gli ex disoccupati del Movimento 5 Stelle. L’Italia e gli italiani cioè si trovano tra l’incudine ed il martello.
Faccio alcuni collegamenti perché sia più chiaro il discorso e il ragionamento consequenziale, e anche perché non si s a mai. Facendo entrare in vigore lo ius soli , il pd e la maggioranza dei 5 stelle che si colloca politicamente più a sinistra della sinistra tipo, ad esempio, l’attuale presidente della camera Roberto Fico, (quello che non paga neanche la cameriera e il serbo/“amico” in nero), avrebbero preso i voti per perpetrare tutte le cose fuori controllo – praticamente tutto, politica, banche, immigrazione irregolare e regolare, giudici sinistri e giustizia ingiusta, cooperative e via dicendo- che ci sono in Italia. Legittimati con un voto – lo hanno fatto senza voto, figuriamoci con il massiccio voto dei più disperati dello ius soli – avrebbero “accolto” ancora migliaia e migliaia di poveracci fino a seppellire ogni possibilitàper il Paese. Villa Borghese, dove i romani non mettono più piede tanto è lercia e malmantenuta dai 5 stelle, sarebbe diventata peggio di quello che è, cosa inimmaginabile lo so, ma come si dice al peggio non c’è mai fine e l’intera capitale sarebbe diventata il Bronx o peggio. Poi, certo, i sinistri avrebbero “diffuso” e dato a parole “solidarietà” ipocrita e falsa, ma nel frattempo saremmo tutti stecchiti. Ci sono problemi di sanità fisica in giro per Roma, in una questura della capitale c’è un poliziotto morente per il contagio da streptococco che dà la meningite da contatto con africani non vaccinati (vaccini? Quelli non hanno niente! Quelli scuoiano come hanno fatto con Pamela a Macerata,altro che vaccini!) . Ecco quindi perché l’Italia è politicamente in grande instabile movimento: per garantirci un futuro dobbiamo camminare tra i marosi. L’unica stella che ci può guidare è la democrazia e i principi e valori occidentali. Dunque votare spesso per individuare i politici e le politiche di buon senso e migliori. Quelle che ci fanno crescere.

CONDIVIDI