La Corte Costituzionale ha finalmente compreso che non spetta a lei fare le leggi. Può tutt’al più suggerire l’esigenza e la necessità di una legge. Come quella sul fine vita, che è , come tutte le leggi,di competenza del legislatore, cioè del Parlamento eletto dal popolo italiano. Se il Parlamento non “sforna” la legge, gli italiani se la devono prendere con i parlamentari inadempienti. La Corte costituzionale è competente ed è tenuta, deve unicamente giudicare e sentenziare relativamente al la conformità al dettato costituzionale, cioè alla Costituzione delle leggi emanate dai rappresentanti degli italiani. Si osservi bene oggi chi fa confusione sui giornali, digiuno di leggi, competenze e ruoli dello Stato. Un’iniziativa al contrario meritoria e degna di essere perseguita perché corretta è quella intrapresa da due giornalisti raziocinanti e nel giusto, che hanno presentato ieri, depositandola presso la Procura di Roma, la denuncia di manipolazione dei mercati e di aggiotaggio contro il commissario Pierre Moscovici, quello per intenderci ripetutamente trombato in Francia come ministro economico e rifilato a noi tutti in Europa per fare danni europei e specificissimi danni economici all’Italia. Danni economici che nella testa del commissario avrebbero avuto l’ambizione di essere politici. Moscovici, insieme all’altro commissario financo al bilancio europeo Oettinger, è stato finalmente denunciato per turbamento e manipolazione del mercato, attuata con dolo contro il nostro Paese. Nel momento in cui il francese apriva la sua boccuccia , sortiva l’effetto di fare crollare l’economia italiana, ed alzare, per quel che rileva (cioè niente, lo spread è ininfluente economicamente, e viene usato per propaganda in malafede) lo spread, insomma ci rovinava. I cari commissari la cui dipartita nessuno rimpiangerà alle prossime elezioni europee , non risponderanno di nulla pur avendo avuto la prepotenza, la violenza e l’arlia di avere rovinato o meglio tentato di rovinare un intero Paese, il nostro. Essi hanno cioè manipolato e gravemente turbato l’andamento economico del nostro mercato, deviandolo con le loro parole da commissari europei ed incidendolo , influendo cioè pesantemente sulle (nostre) scelte e decisioni politiche, legittimamente democraticamente prese con il voto dato dalla maggioranza del popolo italiano. Si tratta , nel caso della manipolazione e turbativa, di reato perseguibile d’ufficio, cui deve essere aggiunta l’aggravante del fine politico , dato che l’obiettivo ultimo è stato quello di deviare politicamente e negare la libertà politica di un intero Paese europeo, l’Italia. Anche qui si guardi bene se e quale giudice ritenga, bontà sua, di dare seguito all’indagine giudiziaria, che deve partire obbligatoriamente in quanto d’ufficio, facendo così l’interesse economico, ancora prima che politico , dell’Italia. Un breve cenno va fatto qui alle minacciate sanzioni e procedure inflittive da parte dei commissari a termine di questa Europa franco- tedesca : non arriveranno. Se arriverà qualcosa, la ricontrattazione necessaria dell’Europa le impedirà, le annullerà. La nuova Europa non é sanzioni e procedure influttive ma un ideale comune europeo in cui convergono “tendenzialmente” (come ha fatto inserire a suo tempo Guido Carli) più politiche economiche autonome degli Stati membri. Riguardo al travisamento della storia da parte di Tajani , che ritiene , reprimendo in malo modo chi osi fargli notare l’errore e più probabilmente l’insapienza, che l’Europa abbia sbaragliato Hitler e fascismi vari, bisognerà consigliargli un corso rapido di storia, che è pur sempre magistrae vitae, facendo presto arrivare una voce agli americani che si sono sacrificati per noi, per darci la libertà e la democrazia in Europa, che così tanto gravemente e ingenerosamente, oltre che oltraggiosamente il suo presidente europeo da ridere oggi nega . Ripasso generale di storia: gli Stati Uniti hanno salvato il continente europeo da Hitler e dal nazismo tedesco qui su territorio europeo. Ben dodici anni prima della istituzione della Comunità europea (all’inizio Ceca, comunità ecomoocarbone e acciaio). Ultime due note vorrei spenderle: 1. Per la disastrata Boldrini che non riesce, da raccomandata di Napolitano fatta pagare a tutti noi obtorto collo, a ricollegare il fatto che quanto ha fatto e fa pro invasione incontrollata e fuori controllo dei migranti irregolari in Italia è la causa e la ragione dello schifo dei ghetti dei clandestini in cui muoiono oggi tutte le Desiree d’Italia. Questo insieme alle Bonino fuori di testa, e a tutti gli altri. Come ad esempio anche il giudice Spataro il quale , con tutti i ragazzi italiani costretti ad andarsene dall’Italia per uno straccio di lavoro ( vanno a fare i camerieri) retribuito, dà lavoro agli immigrati irregolari in Italia che non sanno fare un bel niente, arruolandoli nientedimeno che in tribunale! È probabile che la sicurezza dello stipendio pubblico a fine mese di tali soggetti, impedisca loro di capire bene il disastro che hanno contribuito a creare nel Paese, ed il suo attuale stato e realtà. 2. Che la sicurezza che vogliamo noi tutti non è solo quella nelle nostre case, ma tutta intera nelle strade e per le nostre città d’Italia, oggi totalmente pericolose e fuori controllo , proprio perché mantenute da lunghissimo tempo come fossero un racket privato di sinistri corrotti e collusi.

CONDIVIDI