All’uscita dei nazisti, perchè sconfitti a Roma, all’altezza della Via Cassia al quindicesimo chilometro, vennero fucilati 15 romani tra cui il principale fu Bruno Buozzi, lottatore anti fascista e anti nazista.

Finita la guerra di Liberazione, in onore di Buozzi, una nuova strada venne intestata a Lui, come pure Piazza Don Minzoni fu intitolata in ricordo della lotta di Minzoni contro la prepotenza dei fascisti a Milano.

Tanto per ricordare la lotta senza quartiere contro il nazi-fascismo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here