(IN MORTE DELLA GIUSTIZIA ITALIANA)

I giudici corrotti ci stanno spiegando bene, nel caso riguardante il Csm la Corte di Cassazione e da ultimo anche la Corte dei Conti oltre a tutte le Procure d’Italia ,  il “sistema”  di corruzione che li caratterizza e muove per avere soldi e potere , cariche istituzionali pubbliche stipendiate e pagate da noi tutti.  Non ci è risparmiato davvero niente in termini di corruzione e corruttela dei giudici politicizzati corrotti ed ideologizzati. Se non fosse bastato il troian a disvelamento della non/giustizia che regna in Italia manovrata da delinquenti pagati pubblicamente come fossero giudici, è subentrata, per l’impellenza delle nomine da farsi in Europa, anche la non/giustizia della giudice ideologizzata a sinistra (se non sei di sinistra non passi cioè non passi su raccomandazione sinistra lo pseudo concorso corrotto anche quello da magistrato e dunque non entri nel posto pubblico di giudice) per il caso eclatante e vergognoso di Carola e della Sea Watch entrambe fuorilegge.
Come ai tempi dell’innalzamento ad arte dello spread, nel 2011, quando l’Europa franco tedesca degli allora Sarkozy – Merkel in combutta e sodale il sinistro Napolitano alzó il tasso – d’accordo la stampa nazionale cioè che riceve anch’essa soldi nostri pubblici – per spaventare o meglio minacciare l’Italia e gli italiani e cacciare così il governo allora eletto – Berlusconi – per mettere al suo posto , in successione, ben quattro governi sinistri non eletti, precisamente governi ineletti Monti, Letta, Renzi e Gentiloni, oggi la persistente ed attuale Europa franco tedesca – oggi Macron merkelliana/ von der Leyen – ha utilizzato un’altra “tecnica” , quella cioè di un altro ricatto politico. Il ricatto politico è oggi rivolto e gettato contro l’Italia per portare a casa nuovamente una truce e non voluta dagli italiani – non votata – novella Europa franco tedesca Uber alles. La “tecnica” e l’operazione è stata di tipo ricattatoria a tenaglia. Lasciata in sottofondo la minaccia latente dello spread (che conoscevamo quindi avrebbe fatto minore effetto di prima), l’Europa cattiva franco tedesca ha elevato i toni e fatto pressione, sguinzagliato minacce di procedure di infrazioni inflittive contro l’Italia. Allo stesso tempo si è premuto all’inverosimile sulla non/giustizia dei giudici politicizzati per garantire lo stremo del nostro Paese per l’invasione sul territorio di migranti clandestini irregolari. Così facendo, cioè forzando e snaturando, piegando le leggi italiane sul merito chiare e definite, si è operato a tenaglia per fare uscire le nomine dell’Europa ancora una volta e nuovamente franco tedesca efferatamente contro l’Italia e gli italiani. Inutile qui è ricordare infatti che l’Italia ha votato esattamente al contrario rispetto a ciò che le si sta facendo fare sia sul nostro territorio italiano che in Europa (un Pd alla presidenza del Parlamento europeo quando il Pd in Italia è stato sconfitto  dal voto della maggioranza degli italiani). Il risultato europeo non tarderà a farsi sentire. L’ineletto Conte ha portato a casa la sconfitta e l’umiliazione per tutti gli italiani, ovvero la presidente della commissione europea Von der Leyen che è la testa di legno e degna sostituta di Merkel, cioè tale e quale, e la nuova presidente della Banca centrale europea Lagarde che ha già votato,  dalla presidenza del Fondo monetario internazionale  suo precedente incarico datole da Sarkozy, per la morte per omicidio  – da parte dell’Europa franco tedesca – dell’Italia.
Forse non ce ne si sarà ancora accorti, ma questa Europa franco tedesca farà alI’Italia ed a noi tutti italiani molto male.
C’è ad oggi un’unica possibilità di eventuale incerta ma possibile ripresa del tutto a nostro favore e cioè, con molta fortuna, andare a votare di corsa , il più presto possibile, e, facendo sponda con USA e Regno Unito impelagato in Brexit, opporre l’Italia all’Europa franco testa che ci distruggerà, e correre a rimodulare tutte le regole europee. Senza questo necessario movimento – elezioni nazionali e rimodellamento e rimodulazione europei – l’Italia fa una brutta fine. Davvero brutta. Non lo meritiamo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here