Caro Cazzullo,

non senza qualche rammarico prendo atto della Sua mancata risposta alla mia del 19 luglio, scelta per altro coerente con quanto aveva deciso il Direttore rispetto ad un’altra missiva del mese scorso, sempre a proposito di liberalismo, materia nella quale, come rifondatore e Presidente del Partito Liberale Italiano,  che fu di Croce, Einaudi e Malagodi, ritengo di avere qualche titolo. Tale omissione reiterata, quindi non casuale, mi convince che  il suo autorevole giornale, i cui i principali editorialisti si definiscono liberali, non ritiene di dare la doverosa informazione  che esiste un partito, che orgogliosamente ne rivendica la tradizione culturale, ideale, morale e politica. Le dimensioni molto modeste del PLI conseguentemente dipendono anche dal silenzio mediatico tombale, di cui si sono resi complici, senza eccezioni, tutti i media nazionali. Appaiono pertanto come grida alla luna le invocazioni di molti editorialisti del Corriere, che lamentano la mancanza sulla scena nazionale di un soggetto politico che possa rappresentare i tanti italiani, che, dopo le negative esperienze del leaderismo, del sovranismo e del pauperismo per la decrescita  felice, vorrebbero potersi riconoscere nel liberalismo, ribadendone il primato quale sistema di governo.

Continuerò ad essere un lettore appassionato del Corriere, che fu di Albertini, di Missiroli, di Spadolini e che rimane il più  autorevole quotidiano italiano, sempre di piacevole lettura, pur con l’amarezza di dover prendere atto che in una società ormai omologata alle urla ed alle invettive dei nuovi soggetti che occupano per intero la scena politica italiana, non vi è più posto per chi crede ancora nelle idee, nei valori, nelle identità culturali, nella politica intesa come servizio alla comunità.

Molto cordialmente.

Stefano de Luca

CONDIVIDI

1 COMMENTO

  1. Caro Presidente,

    in questa sua azione orgogliosa per ottenere almeno un minimo di informazione di visibilità, azione che dovrebbe essere un must per tutto il Partito PLI, in ogni tempo e in ogni dove, la affiancherò, doverosamente, sempre. Antonio Vox

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here