I nostri occhi continuano a essere foderati di prosciutto.

Questa affermazione dovrebbe accompagnare sempre tutte le pulsioni politiche che -un giorno sì e l’altro pure- ci vengono sfoderate da ogni trasmissione televisiva che importi la nostra vita comunitaria.
Perché sistematicamente in ogni le previsione statistica ipotizzata, la percentuale di quelli che non rispondono (o che decideranno all’ultimo momento, oltrechè non andranno a votare proprio) navigano stabilmente sopra il 50%.
Ecco spiegato il perché, dopo aver visto l’epico (non accadeva da lustri) scontro televisivo tra i “due Matteo”, entrambi abili dialetticamente, ho deciso di soprassedere sul responso: valutando dei fatti concreti prima di opzionare per l’uno o per l’altro, ovvero per nessuno dei due.
E parlo per esperienza diretta.
Sì,  perché sapete quale sottile, furbissimo, “trucco” il Matteo appenninico ha praticato sulle mie cervici?
Che, dopotutto, erano già assai allenate nel non farsi imbrogliare, ma che pure ci sono cascate (ecco la spiegazione per molti elettori di quel famoso “40,8%”) ?
Quello di dimostrarsi un grande prestigiatore (con la CE che esclamava “ohh” per ogni riforma sbandierata ai quattro venti), solo “rinfrescando” l’assetto normativo …, ma, di fatto, cambiando la copertina ..di norme passate che pure venivano regolarmente recapitate a Bruxelles: pur rimanendo quasi del tutto tali e quali nella sostanza dell’articolato delle medesime.
Il leader leghista, per canto suo, ha sufficientemente esercitato un prestigioso ruolo governativo sulla materia migratoria per cui ogni argomentazione la dirotta in quella direzione, accarezzando molti timpani italici. Quelle stesse orecchie che -di fatto- sono “disconnesse” dal cervello, quando questo dovrebbe irrompere con una domanda esistenziale per ogni dirigente, anche aziendale, vero e proprio.
“Ma come, tu sei nato, cresciuto, allevato e retribuito profumatamente, per realizzare un solo scopo sociale a favore del popolo di Pontida, l’autonomia, e non hai portato a casa …..ma sei una ceppa!
Eppure eri il Vicepresidente del Consiglio, avevi la golden share del governo e -al di là dei migranti, dei costumi da macho, della guerra contro l’Europa, la Francia e la Germania- i referendum sulle autonomie sono stati solo uno spreco di denaro pubblico?”
Ergo, da buon liberale, a chi mi chiede “com’è andata” ?
 Io scelgo …..S.Tommaso !
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here