Tutte le forme di vita sulla Terra hanno un codice genetico che è una specie di manuale di istruzioni in base a cui si generano i batteri, o un elefante o qualsiasi altra entità vivente. Il codice genetico è evoluto ma non si è modificato granché. Decifrarlo è fondamentale non solo per capire chi siamo e da che parte veniamo ma per poterci curare e potere eliminare le malattie, migliorare le nostre condizioni di vita. Gli scienziati stanno cercando di ricavare informazioni dal DNA che è una molecola di acido desossiribonucleico in cui sono immagazzinate le istruzioni genetiche che permettono lo sviluppo e il funzionamento di tutti gli organismi viventi, e la trasmissione dei caratteri ereditari. Tutto in noi – le nostre emozioni, le nostre caratteristiche eccetera – è regolato dalle istruzioni contenute nel DNA , conoscere queste istruzioni consente di curare e anche modificare il decorso delle malattie – siano esse ereditarie o a base genetica come il cancro-. Decifrare il nostro codice genetico consente le terapie geniche. La più recente, rivoluzionaria, è la cosiddetta CRISPR con cui letteralmente si tagliano specifiche regioni di DNA e persino le si possono sostituire con altre. In pratica si manipola così l’informazione genetica cioè i geni. Siccome poi la struttura del DNA e il codice genetico sono universali per il genere umano, la tecnica CRISPR può essere utilizzata per l’intera nostra specie umana. Semplificando al massimo il DNA è formato da quattro lettere che corrispondono a acido desossiribosio e quattro diverse basi azotate : sono l’adenina (A), la guanina (G) , la citosina (C) e la timina (T). Il codice genetico permette di tradurre l’informazione scritta nel DNA, cioè scritta nel linguaggio dei geni in un altro , che è quello delle proteine le quali sono alla base del nostro corpo e di quello di tutti gli esseri viventi. I caratteri ereditari sono contenuti nell’informazione dei geni e si trasmettono alle generazioni successive. Tecnicamente, leggendo a triplette le lettere A-G-C e T esse presentano sessantaquattro possibili combinazioni, ed ognuna di queste sessantaquattro triplette corrisponde a uno dei venti aminoacidi delle proteine , o ad alcune triplette di inizio e stop. Così le cellule di qualsiasi organismo interpretano l’informazione data dal DNA, in sequenze di triplette servendosi invariabilmente del codice genetico. Se c’è una variazione o una alterazione , se cioè c’è un cambiamento nella sequenza del DNA , ci sono mutazioni che possono essere nocive per la salute. Le mutazioni sono errori durante la copia del DNA , ma possono essere causate anche da fattori esterni che incidono in maniera continuativa sul DNA come la radiazione solare, il fumo e alcuni tipi di virus. Decifrando quindi il codice genetico che gestisce la traduzione del DNA in proteine si possono capire le conseguenze delle mutazioni sulla cellula e si individuano così le malattie – sia quelle precedenti la nascita che quelle cui si è predisposti -, per la prevenzione e il loro trattamento. Gli scienziati così sono riusciti a introdurre geni umani in cellule semplici, come i batteri, in modo che queste producessero proteine, come ad esempio la produzione di insulina umana da parte di batteri del tipo Escherichia coli, utilizzata da milioni di diabetici. Oggi in presenza di errori del DNA causa di malattie ad esempio come il cancro , distrofia muscolare , cecità, si modificano i geni con la tecnica CRISPR. È stata anche già ottenuta, cioè gli scienziati sono riusciti ad ottenere una molecola di DNA artificiale – con due basi in più rispetto a quelle naturali- in grado di replicarsi cioè di copiare se stessa , cosa che apre la strada alla creazione della vita mediante una sequenza artificiale. Vale a dire la creazione artificiale della vita.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here