Alcuni amici mi hanno chiesto un parere sul festival di Sanremo ,essendo io concertista di pianoforte e modesto musicista e compositore.
Ammetto di non averlo seguito puntata dopo puntata ,ma per quel che ho udito sui brani musicali , non posso che affermare che sono composizioni modeste , intanto perchè manca l’ispirazione melodica e poi perchè molte di queste composizioni sono costruite su computer con continui balzi armonici buttati lì per caso e per impressionare il pubblico.
Da anni le musiche del festival di Sanremo sono irripetibili e dimenticati dal vasto pubblico o con cantanti che si travestono in mille modi per fare colpo sul popolo televisivo.
Ogni anno si arricchisce di personaggi noti e simpatici,di star internazionali , di un arredamento sempre più spettacolare ,ma la musica italiana quella vera ,indimenticabile ( vedi : Volare per esempio) dove è finita : congelata viva ed in attesa di rivivere con artisti veri e con note nate dal cuore.
Io non so se fossero vivi Puccini,Verdi,Mascagni,Bellini , Vivaldi,Paganini, Tosti,Scarlatti,Tartini,Clementi,Boccherini e se fossero stati chiamati nella giuria del festival ,come avrebbero giudicato le musiche in gara ?! , in certe composizioni presentate , fra testo e partitura, avrebbero o pianto o riso.
Il festival di Sanremo non è più una gara ,una competizione tra le più significative musiche italiane , no è il festival del nulla musicale .

36
CONDIVIDI