Stiamo pericolosamente tracheggiando, durante questi tempi di imperante pandemia, lungo il confine tra una libera democrazia e le privazioni dei diritti fondamentali di una cittadinanza attiva, che implicano pur sempre dei rapporti di vita comunitaria tra le persone: i cittadini italiani, inspecie.
Così sorgono molti quesiti tra eminenti giuristi e pure tra la gente se gli atti che ha assunto questo governo siano legittimi oppure no.
Qual’è l’elemento che ci dovrebbe rassicurare sul fatto che siamo tuttora in una democrazia e non stiamo scivolando verso scenari sudamericani, o -peggio-  africani?
La presenza attiva e operativa del nostro Presidente della Repubblica.
Perché, giriamola come vogliamo, la forte persistenza di una Alta figura istituzionale qual’è Sergio Mattarella è, per me -ma dovrebbe esserlo per tutti-, la prova che esiste un presidio pieno dei nostri pieni diritti costituzionali, di cui Egli è il primo custode.
Vederlo sempre presente (al di là di talune forzature border-line che, peraltro, Lui ha sempre amato fare), con un Parlamento di fatto annichilito -ma è per la pandemia, o per l’assoluta incapacità dei suoi componenti?- a causa di una persistente maggioranza fatta di incompetenti, dovrebbe rappresentare per tutti noi l’assoluta certezza che non stiamo transitando verso altri regimi.
Cosa sarebbe successo, invece, se questa pandemia fosse esplosa durante il semestre bianco, o  -peggio ancora- in vacanza del Presidente eletto?
O, ipotesi ancor più nefasta, se Sergio Mattarella si fosse arrogato, con un atto di imperio, il diritto di proseguire il proprio mandato, seppure scaduto?
Ecco, dovremmo ragionare su questo: anziché arrampicarsi giuridicamente su ipotesi del tutto scolastiche.
Mi riferisco ai molti dubbi, compresi quelli dei Presidenti Emeriti della Corte: che invece potrebbero aprire un dibattito assai più produttivo su tale eventualità, peraltro non impossibile da incontrarsi in futuro.
Dopotutto già le elezioni regionali sono un aperitivo.
123
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here