“Il Partito Liberale Italiano dichiara di essere in lutto per la morte per decapitazione della libertà ad Hong Kong. La legge liberticida approvata dal parlamento di Pechino che cancella ogni pur minima iniziativa politica e di dissenso anche pacifico, dimostra inequivocabilmente e definitivamente il profilo dittatoriale del governo della Repubblica popolare cinese. Nell’esprimere il proprio senso di solidarietà e fratellanza al popolo di Hong Kong i liberali chiedono al Governo italiano di revocare gli accordi con la Cina sulla Via della Seta, di convocare alla Farnesina l’ambasciatore cinese a Roma, di richiamare il proprio ambasciatore a Pechino. Auspicano che il Parlamento decida di avviare una politica determinata di boicottaggio dei prodotti cinesi e di rescissione di ogni rapporto commerciale con una dittatura così spietata.” Così in una nota il Partito Liberale Italiano.

360

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here