Ecco il programma del centrodestra al governo , con elezioni, in Italia. 1. Porre l’Italia in asse con gli Stati Uniti di Donald Trump e la Regina Elisabetta- primi ministri Boris Johnson o chi per lui – del Regno Unito di Brexit e ricontrattare la propria presenza e ruolo in Europa, differente dalla attuale Europa franco tedesca di Merkel.
2. In Italia avviare – anche con i soldi provenienti dall’Europa : Recovery Fund cioè fondo del rilancio e Mes cioè fondo Salva Stati – un piano economico strutturale di nuova edilizia, scolastica: per le scuole , gli asili nidi ed ospedaliera: per degenti e per i ricoveri degli anziani. 3. Fare ripartire tutte le opere bloccate da Pd e 5 stelle, riaprire cioè i cantieri , costruire e ricostruire, ristrutturare e riammodernare , mettere in sicurezza le migliaia di infrastrutture come ad esempio il ponte Morandi in Italia. 4. Bisogna rilanciare l’industria edilizia. In tutta Italia, al nord come al sud c’è bisogno di opere ferroviarie e stradali moderne. Fare finanziare all’Europa la conversione dell’Ilva in forni elettrici. 5. Bisogna avviare ed attuare il piano operativo per la rete elettronica terrestre e aerea indispensabile per l’economia digitale italiana . 6-7. È necessaria, insieme alla urgente riforma politica della giustizia e del ruolo e delle competenze dei giudici in Italia, riformare il mercato del lavoro , a cominciare dai contratti di lavoro resi flessibili , consentendo sia quelli regionali che, in generale, tutti quelli di lavoro produttivi. 8. Il centrodestra al governo eletto dagli italiani deve procedere con i condoni, alla luce degli arresti domiciliari da virus cinese Corona inflitti e patiti dagli italiani tutti. 9. Bisogna introdurre la riforma fiscale basata su una IRPEF trasformata in Flat tax: sugli affitti degli immobili commerciali e quelli abitativi , sulle imprese , sui contratti di produttività , per i lavoratori delle imprese in crisi , per le partite Iva sotto una determinata soglia, introdurre una aliquota ridotta per il lavoro giovanile. 10. La lotta all’evasione si fa con il controllo dell’uso dei registratori di cassa e delle ricevute e con il principio che il fisco crede alla contabilità iva e commerciale solo sino a prova contraria (ordinare l’intera rete dei pagamenti elettronici). 11. Informare tutto il nostro sistema pubblico al principi secondo cui le tasse devono essere utili e convenienti per chi obbligatoriamente le paga, per i cittadini italiani , dunque che esse sono destinate e fruite dagli stessi cittadini in forma di servizi pubblici necessari (scuole, ospedali, servizio pubblico indispensabile) disponibili e utilizzabili. Non sono e non devono essere ammesse tasse e imposte destinate alla minestra assistenzialista attuale , al burocratismo, al giustizialismo ed alla vessazione dei contribuenti, cioè di tutti noi .

198
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here