La democrazia in Italia è interrotta. Per tornare alla democrazia bisogna votare di corsa in Italia.
Ecco come fare. Bisogna obbligare a sciogliere le camere e portarci a votare. Il Pd dell’attuale  governo della vergogna Pd/5Stelle, va dunque messo nella condizione di essere obbligato a chiedere di indire le elezioni. Come? Premesso che la più che mai necessaria manifestazione di volontà elettorale degli italiani è sempre ed in ogni modo costituzionalmente prevalente  – così è stabilito nella Costituzione italiana – rispetto ad “arzigogoli “ e porcherie di Palazzo come sono -( utilizzati a pretesto della porcheria )- il dover attendere un referendum sul numero dei parlamentari, o il protrarsi della vergogna sino al semestre bianco quirinalizio al solo ed unico scopo di non fare votare gli italiani, è agevole procedere insistendo e “premendo” sul sistema economico italiano al collasso. In tal senso, ad esempio, raggruppamenti di banche in totale dissintonia con l’attuale politica facente capo all’ ineletto Conte – non è mai stato eletto da nessuno degli italiani – , possono certamente porsi in maniera tale da imporre le elezioni democratiche elettorali necessarie in Italia. La legge elettorale c’è. È quella esistente, vigente. Come è noto,  infatti, la Costituzione italiana non lascia “buchi” di sorta, e vige sempre l’esistente, fino a che, con nuova legge di pari rango – costituzionale- non si inserisca una nuova legislazione costituzionale. Delinquenziale  il disseminare e  il protrarre artatamente il terrore circa un contagio da Corona virus- a detta dei maggiori esperti scientifici – inesistente.
Ciò che bisogna tenere presente per riuscire a votare è non solo l’ostacolo al voto da parte di chi occupa avvinghiato alla poltrona lo scranno  parlamentare che gli dà lo stipendio pubblico – i nostri soldi, i soldi degli italiani- , ma anche la contrarietà delle istituzioni pubbliche tutte  coincidenti ainoi in Italia con i governi non eletti Pd , e parte in gioco Pd contro  il normale ripristino della democrazia e del suo ordinario dispiegarsi nel  gioco – legittimo – elettorale democratico  in Italia. In pratica gli italiani devono oggi premere contro i loro stessi  non/rappresentanti e pubbliche istituzioni per riprendersi il sacrosanto potere ed il legittimo diritto di votare. Se non sono governo ed istituzioni (si pensi , ex plurimis, alla giustizia  politicizzata ingiusta)  “della vergogna”, come altro li si può chiamare ? Cos’altro sono?
190

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here