Abbiamo avuto modo di soppesare tutto il valore dell’essere laici nella ideazione e programmazione delle norme che presiedono la nostra vita comunitaria italiana dopo la lettura dell’ultima Enciclica “Fratelli tutti”:

che Papa Francesco ha firmato sulla tomba di S. Francesco di Assisi.

Lo spunto ci è venuto dalle novazioni che Egli ha vergato, di Suo pugno, nel Capitolo 4 -punto n. 120- titolato “RIPROPORRE LA FUNZIONE SOCIALE DELLA PROPRIETÀ”.
Essa viene definita come un “diritto naturale secondario e derivato dal principio della destinazione universale dei beni creati”, non escludendo un suo possibile utilizzo per altre finalità primarie.
Questo Papa non ha mai fatto mistero di quanto mal sopportasse
-da gesuita argentino- le trasferte romane e neppure celava certa Sua sofferenza per il paludato Clero che qui risiede.
Ricambiato dal plurisecolare Apparato Vaticano, che pure guida un gregge di oltre un miliardo di fedeli.
È questo un insieme che non fa alcun mistero -Papa Francesco- di condurre, come pure ha scritto, con la logica del “cattolicesimo della prassi”: che, non di rado, si appalesa come una contraddizione vivente.
“Conservatore e rivoluzionario”, insieme, é Papa Francesco.
Che nega valore alle Gerarchie e si rivolge direttamente al Suo popolo di fedeli che, perciò, lo adora a tutto tondo.    Alcuni.
La parabola umorale, ascendente e discendente, del Pastore; le intemerate dottrinali e l’estroso comportamento; le forti e spesso
discutibili questioni finanziarie e pure di contenuto filosofico, rendono Papa Francesco -agli occhi di molti- come una sorta di neo-patentato che guida, a tutta velocità, una antica auto d’epoca.
La minaccia dello Scisma è dietro l’angolo, negli Alti ambienti vaticani.
Perché Bergoglio non fa affatto mistero di voler rigettare qualsivoglia forma di compromesso: anche con il potere politico.
Chissà cosa conterrà ancora quella borsa rigonfia che porta sempre con sé, il Papa argentino: oltre agli effetti personali, al rasoio elettrico e allo spazzolino da denti…
Siamo pronti per nuove sorprese?
444

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here