Stefano de Luca, Segretario Nazionale del Partito Liberale, ha introdotto agli elettori di Grottaglie, la rappresentante del PLI Michela Danucci che si presenta nella lista civica di Grottaglie “Prima di Tutto”, con il candidato sindaco Michele Santoro.

“In un Comune di media grandezza – ha affermato de Luca – che può contare su circa 20.000 elettori, la presenza di ben 8 candidati sindaco e 22 liste è il segno della stanchezza degli elettori, rispetto all’imposizione dei rappresentanti popolari, scelti dai partiti dominanti. Il fiorire di tutte queste liste civiche viene da noi salutato come un segno positivo di rottura. Grottaglie ben rappresenta il fenomeno che è ormai esploso in tutta Italia, e cioè la voglia di ribellarsi al bipartitismo imperante, ormai al suo tramonto. La Nazione è stanca, è ora di rompere questo sistema.

De Luca si è soffermato sull’assurdità dell’ipotesi di chiudere l’ospedale cittadino su cui sono stati investiti oltre 15 milioni di euro negli ultimi anni. Per porre fine al degrado di una gestione dissennata, operata dalla cultura del bipartitismo, il PLI, auspica un cambiamento decisivo, candidando i suoi rappresentanti per cambiare il tenore della politica che ha raggiunto il più basso livello di degrado.”

CONDIVIDI