Buona Pasqua sì, ma… a tutti? Questa domanda non è affatto ironica per una politica italiana che vive il tempo del “crucifiget” maggioritario.
Quello del chi “ho un voto in più di te, ergo mi porto via tutto”: dal Presidente della Repubblica, all’ultimo candelabro della Camera dei deputati.
Questo volle -è passato più di un quarto di secolo da allora, si puó cambiare? – e vorrebbe tuttora il popolo italiano, opina qualcuno.
Già, bipartitismo vò cercando…
Lasciamo da parte l’ironico (quelli che: “io, ai fascisti o comunisti, gli auguri non li farò mai”) incipít interrogativo iniziale e ragioniamo di politica, di vera politica: quella che si dovrebbe fare al servizio di un Paese intero. Piegato in due dal virus per capirci meglio.
Un liberale ad esempio: è quello dell’assoluto individualismo (Spencer1, 1937), o quello dello Spencer2, per cui -nel regime industriale- le individualità singole dovrebbero pur essere “sacrificate in minimo grado”?
Perché pure l’individuo dovrebbe trovare un proprio limite nella sicurezza sociale.
Come spiegarlo (che ne só?) a Giorgia Meloni questo concetto?
Ancora: ci siamo mai chiesti, prima di sputare qualsivoglia Sentenza di condanna sommaria al governo Draghi, quali siano le  alternative al muto cireneo che ha nome Mario?
Quando, a sinistra, ci sono lotte interne anche nel PD di Letta e -nel M5S- si determinerà la scissione tra gli eredi del Comico e l’apparato informatico curato dal Figlio del Fondatore per arrotondare il lascito testamentario?
Oppure, a destra, con una Lega che bordeggia un giorno sí e l’altro pure, con Giorgia Meloni che si bea in quel fortilizio riservato (??) alle “minoranze” da cui sputa veleno un giorno sí e l’altro pure, o con Forza Italia che cerca di spiegare in Europa che i due ragazzi…si faranno?  E intanto il contagio sale.
Eccola qua la domanda: quale eventuale alternativa sarebbe più credibile?
Ove convenissimo tutti che una alternativa non esiste, perché continuare a rompere le scatole a Draghi?
Buona Pasqua e pure Buona pasquetta. Passerà, la pandemia. Ma questa politica politicante no.
1544

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here