Qui non si tratta di essere polemici, antigovernativi, antagonisti dei grillini e dei comunisti, meno che mai negazionisti, ci mancherebbe, il virus l’abbiamo avuto e superato pure noi, si tratta di essere onesti sia intellettualmente e sia oggettivamente, perché da malattia, in Italia il covid, è stato trasformato in ossessione e incubo.

Oltretutto il peggio vuole che sul covid di tutto si sia detto e si dica ancora, tranne che dell’origine, del come sia scappato dalla Cina, di cosa sia successo in quel laboratorio di Wuhan, del perché solo in Cina sia apparso e scomparso in un baleno, tanto è vero che il celeste impero, guarda caso, è stato l’unico Paese al mondo a crescere e viaggiare come e più di prima.

Andreotti diceva che a pensare male fosse peccato ma si azzeccava, dunque a noi nessuno toglie dalla testa che sul covid molto di più si sappia e non si dica, a partire magari dal fatto che si tratti di una manipolazione, ecco perché il virus è tanto particolare nei suoi effetti sull’uomo, è mutabile e resistente.

Per non dire della stranezza, per noi poveri ignoranti, sul fatto che un virus respiratorio colpisca tutto, dalle ossa ai vasi terminali, dalle articolazioni ai muscoli alla testa, che lasci conseguenze in tutti gli organi del corpo nessuno escluso, insomma ma quando mai una polmonite virale, per quanto seria è stata tanto disabilitante, abbia dato effetti collaterali e successivi così variegati ed estesi?

Eppure non solo la polmonite è vecchia come l’uomo, ma di altre pandemie nella storia, ce ne sono state e molto più mortali, dunque c’è un mistero intorno al covid che non si spiega o non si vuole spiegare, perché delle due l’una o non è vero che con la scienza siamo andati così avanti e siamo così bravi, oppure si è deciso di non dire sull’origine del covid, visto che la certezza matematica sulla genesi e sull’ eventuale spillover da animale a uomo non c’è, punto.

Come se non bastasse attorno al covid come fosse un “prodotto da lanciare sul mercato” si è messa in atto una campagna informativa, una operazione sui media, da vera e propria fobia sociale culturale, del resto come negare che da più di un anno siamo ossessionati giorno e notte, ovunque, sui giornali, radio, tv, dai morti, dagli effetti, rischi, pericoli, paure di contrarre il covid, di non farcela, di morire insomma.

Ma il colmo vuole che accanto a questa campagna di avvertimento da allarme atomico, il governo giallorosso che ha le responsabilità e le colpe maggiori, e da poche settimane quello di salvezza nazionale abbiano creato più confusioni e caos che soluzioni.

Soprattutto il Conte bis, al quale ci hanno obbligati pur di non dare spazio alla democrazia e la storia si incaricherà di giudicare questa colpa, non ne ha azzeccata una, all’inizio dicendo che si trattava di una influenza o poco più e invitandoci agli aperitivi sui navigli, poi chiudendo tutto senza criterio e senza che negli ospedali ci fossero ventilatori e attrezzature sufficienti, delle mascherine poi non parliamo una vergogna finita nelle mani della magistratura per gli scandali

Come se non bastassero già gli sbagli sulle chiusure e sulle attrezzature, sui vaccini poi è iniziato il resto, perché prima l’Europa che si è dimostrata incapace e disorganizzata, la UE al contrario e guarda caso è molto preparata sulla finanza e sui vincoli un po’ aguzzini, e dopo il governo sul piano vaccinale e sull’approvvigionamento un caos incredibile che c’è tutt’ora.

Tanto è vero che continuano le dichiarazioni in libertà sia dei Ministri che degli scienziati consulenti, sulle date per le immunità di gregge, sulle percentuali di vaccinazioni, sull’efficacia di questo o quel vaccino, sulla classifica dei vaccinandi, sulle riaperture e visto che l’estate come tutte le stagioni dura 3 mesi, chi dice fine giugno, chi luglio, agosto e così via, insomma una follia.

Ebbene nel bel mezzo di questo caos c’è tra gli scienziati star tv,chi annuncia varianti, altre ondate, richiami a vita dei vaccini,l’obbligo della mascherina per sempre, l’obbligo di stare lontani pure nell’acqua del mare, sulla spiaggia, eppure ci hanno detto che all’aria aperta esiste 1 possibilità su 10000 di contagio.

Ecco perché scriviamo da malattia ad incubo, così è stato trasformato il covid  a forza di, terrorizzare, parlare troppo, suggestionare 24 ore su 24, senza porre rimedi economici e sanitari rapidi ed efficaci, senza soluzioni adeguate rispetto al terrore inculcato, si è creato un clima di rabbia soprattutto per chi ha dovuto abbassare la serranda, smettere di lavorare, e rischia di non ricominciare né tornare a lavorare, perché gli indennizzi sono inadeguati e complicati, altroché piazza in mano agli Agit prop, la gente è esasperata vera.

La solita Italia della burocrazia, dello stato inefficiente, dell’apparato pubblico indifferente, quell’apparato che oltretutto non solo della crisi economica non ha subito niente ma addirittura è stato premiato con aumenti contrattuali, quando nel privato stanno per saltare milioni di posti e attività produttive.

Ecco perché viene da chiedersi tanto sul covid, vengono dubbi,viene da dire se nel 2019 ci avessero fatto votare il virus ovviamente sarebbe arrivato comunque, ma sarebbe stato tutto uguale anche con un governo scelto dalla gente anziché dall’ipocrisia? Un governo coeso e con un programma definito avrebbe fatto le stesse assurdità che stiamo pagando e che hanno fatto i giallorossi?

Anche perché con Draghi, col governo di salvezza nazionale e nonostante un pezzo di cdx, il gattopardo resiste, resiste chi ha sbagliato, chi ha parlato troppo, chi non ha voluto la pace fiscale vera, chi non ha voluto utilizzare i soldi per il popolo delle serrande preferendogli quello degli uffici pubblici, resiste chi non vuole riaprire ma impaurire, insomma resistono i comunisti e i grillini che ci hanno portato a questo sfascio, ma allora cosa potrà cambiare? A buon intenditore poche parole, abbasso il fascismo e abbasso il comunismo evviva la libertà e la democrazia.

 

1387

1 COMMENTO

  1. Caro Alfredo, in effetti questa del Covid-19 è una emergenza sanitaria che ci pone molte, forse troppe domande.
    Innanzitutto sulla provenienza: vista la virulenza del virus, le conseguenze permanenti sui malati, l’elevata mortalità, l’attacco a tutti gli organi umani e non solo quelli respiratori, la sua mutabilità e la sua resistenza ai farmaci, farebbero dire che è un virus manipolato dall’uomo e fatto uscire (casualmente) da un laboratorio di Wuhan. Dove i cinesi se ne sono accorti immediatamente e conoscendone i rischi, sono riusciti a debellarlo rapidamente.
    Poi c’è la prima fase di contagio dove oltre ad essere stati i primi ad essere esposti, eravamo assolutamente impreparati ad affrontare qualsiasi pandemia avendo il protocollo fermo al 2016 e non avendo esempi da copiare; pertanto errori a josa.
    Purtroppo questa pandemia è stata vista dal governo giallorosso in carica come una ghiotta occasione per poter continuare a governare malgrado la litigiosità dei componenti e allora via con lo stato di emergenza, via il Parlamento, via le opposizioni, insomma un colpo di Stato soft di cui si è beato anche Mattarella, dandogli delle ottime scuse per avallare il tutto. Poi c’è anche chi ne ha approfittato per arricchirsi e speriamo che la Magistratura se ne accorga, ma soprattutto il governo giallorosso ne ha approfittato per consolidare il suo potere ed il suo elettorato. Allora ha riempito di coccole, soldi, ferie pagate, benefit quelli della PA e portato alla disperazione le partite Iva, i commercianti, gli artigiani, gli ambulanti, i ristoratori, i baristi… mentre i grillini hanno distribuito il reddito di cittadinanza a persone bisognose, ma anche a camorristi, detenuti, mafiosi, delinquenti in genere, evidentemente il loro elettorato. Insomma ognuno ha cercato di crearsi un giardinetto da coltivare e così sono spariti 200 miliardi, senza che il Pil se ne sia accorto.
    Ovviamente nel contempo è partita una campagna mediatica per incutere paura alla gente, per farla stare buona a casa, senza protestare o creare problemi al governo. A tutto questo dobbiamo aggiungere i molteplici errori fatti dalla UE nell’acquisto dei vaccini e dai vaccini che avevano controindicazioni poco conoisciute. Senza scordarci della guerra economica tra GB (AstraZeneca) ed Usa (Pfizer o Jensen), guerra economica e non sanitaria perché 30 casi di trombosi su 10 milioni di dosi rientrano nella norma ed anche l’Aspirina ha le stesse controindicazioni.
    Però intanto la gente ha paura, disdice gli appuntamenti ed allontana il giorno in cui potremo tornare a girare tranquillamente, perché l’unica soluzione alla pandemia è il vaccino e dovremo abituarci, perché molto probabilmente dovremo farlo ogni anno come il vaccino antinfluenzale.
    La gente viaggia e lo trasmette, il vaccino muta continuamente e passeranno anni prima che lo si possa debellare.
    Quello che gli italiani dovrebbero fare è di ricordarsi sempre della incapacità, della supponenza, della cattiveria, dell’odio sociale e della partigianeria dei comunisti ed approfittare di ogni occasione di voto, sia esso amministrativo o politico, per farli tornare nelle fogne l’unico posto dove si trovano a loro agio, con la compagnia dei reduci grillini.
    Un caro abbraccio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here